Per andare bene a scuola bisogna dormire bene la notte. Parola di esperto

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Per non dormire sui banchi di scuola, bisogna dormire bene la notte. Un concetto che gli studenti e i docenti conoscono bene, ma quando è ribadito da un esperto fa sempre il suo effetto. 

A ricordare questo principio fondamentale nella vita e non solo nella scuola è Luigi Ferrini Strambi che su Rai Scuola ha ricordato il ruolo del sonno per il nostro benessere, impartendo questo consiglio specialmente a chi studia.

Quanto è importante dormire bene per preparasi a un’interrogazione o a un esame? Il professore di Neurologia e direttore del Centro di Medicina del Sonno dell’Istituto scientifico ospedale San Raffaele di Milano, Luigi Ferini Strambi, ha ribadito il principio a “Vivere sani, Vivere bene”, organizzato da Fondazione Zoè – Zambon Open Education.

Dormire bene – ha rimarcato Ferini Strambi – è importante non solo per essere riposati ma proprio per far sì che il nostro cervello sia più efficiente. Il sonno è inibitore del cortisone, ormone dello stress, e favorisce la memorizzazione. Il conoslidamento della memoria avviene durante il sonno. Quando dormiamo bene, liberiamo Leptina, cioè un ormone inibitore della fame. Il sonno fa riposare le parti anteriori del cervello che sono quelle utilizzate molto durante la giornata soprattutto quando si prendono decisioni“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione