Pensioni, tensione nel governo su Quota 102. La Lega è contraria: “No al ritorno della Legge Fornero”

WhatsApp
Telegram

La legge di Bilancio 2022 conterrà le misure per scongiurare il ritorno alla legge Fornero per le pensioni, ma proprio su questo tema è braccio di ferro tra le forze di maggioranza con la Lega che esprime perplessità sull’opzione Quota 102 nel 2022 e Quota 104 nel 2023.

Quello delle pensioni è un punto molto sensibile per la Lega, che vuole mitigare l’impatto della fine di Quota 100 ed evitare un brusco ritorno alla legge  Fornero.

In manovra potrebbe essere introdotta nel 2022 ‘Quota 102’, cioè un meccanismo che consentirebbe di andare in pensione con 64 anni di età e 38 di contributi (ci rientrerebbero poco meno di 50mila persone), e nel 2023 ‘Quota 104’. Questo consentirebbe di ammorbidire lo scalone della Fornero, che costringerebbe ad aspettare i 67 anni per dire addio al lavoro.

Il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, ha escluso un ritorno alla Legge Fornero: “Sulle pensioni ci sono diverse ipotesi in ballo, ma nessuna decisone su quota 100 è stata presa, così come chiesto dai ministri della Lega. Nei prossimi giorni si decideranno modalità e tempi delle modifiche del sistema pensionistico. Escludo qualsiasi ritorno alla legge Fornero”.

Pensioni, addio Quota 100 e Opzione Donna, largo a Quota 102 (dal 2022) e Quota 104 (dal 2023)

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur