Pensioni, sorpresa ad agosto: conguagli e rivalutazione, ecco cosa è previsto

WhatsApp
Telegram

L’estate 2023 vede un aumento nelle pensioni, con l’introduzione di ei mesi di arretrati risalenti a gennaio, dovuti alle nuove rivalutazioni previdenziali correlate all’inflazione. In particolare, il cedolino di agosto offre un’ulteriore sorpresa per la maggioranza dei pensionati: variazioni nel loro importo mensile legate al modello 730 del 2023.

Come segnala Il Messaggero, tali variazioni si traducono in un aumento dell’importo pensionistico, fino a un tetto di 4mila euro, in caso di rimborso Irpef. Al contrario, potrebbero manifestarsi riduzioni occasionali, con trattenute a debito che si effettueranno a ottobre.

In aggiunta, l’Inps ha annunciato nel luglio 2023 l’avvio della verifica delle prestazioni legate al reddito provvisoriamente erogate nel 2020 e 2021. Pertanto, gli eventuali aggiustamenti alla pensione mensile saranno pagati nel mese di agosto 2023, un ulteriore incremento per i pensionati.

Saranno presenti nel cedolino di agosto le consuete imposte Irpef mensili e le addizionali regionali e comunali relative al 2022, così come l’acconto dell’addizionale comunale 2023. È previsto inoltre il recupero delle ritenute Irpef 2022 applicato ai trattamenti pensionistici fino a 18mila euro con un debito superiore a 100 euro.

Il 2023 ha visto un incremento delle pensioni minime del 6,4% per gli over 75 e dell’1,5% per gli altri pensionati, spinto dalla legge di Bilancio 2022. Tuttavia, questi aumenti sono temporanei e non strutturali. Nel 2024, verrà applicato un aumento del 2,7%, indipendentemente dall’età, potenzialmente vantaggioso per i pensionati sotto i 75 anni ma meno per gli altri. A partire da gennaio 2024, scatterà un nuovo adeguamento all’inflazione che dovrebbe superare il 6%, portando il trattamento minimo vicino ai 600 euro.

Nonostante queste fluttuazioni, l’estate 2023 rappresenta un momento positivo per i pensionati italiani, con una serie di aumenti e aggiustamenti che, almeno temporaneamente, contribuiscono a migliorare la loro situazione finanziaria.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri