Pensioni scuola: riapertura istanze per Quota 102, Opzione donna e APE Sociale. Scadenza probabile 28 febbraio

WhatsApp
Telegram

Si è svolto nel pomeriggio un incontro fra Ministero dell’Istruzione in tema di pensioni, allo scopo di riaprire le istanze in applicazione della legge di bilancio.

L’Amministrazione ha infatti nel corso dell’incontro annunciato l’imminente riapertura delle funzioni su istanze on line relativamente e “Quota 102” e “Opzione donna”. Il termine per le domande sarà il 28 febbraio.

L’altra novità prevista riguarda l’istituto dell’APE sociale per le professioni gravose, esteso ai docenti di scuola primaria, che segue procedure e tempistiche differenti.

Le novità in tema di pensioni, ricorda il sindacato Anief, introdotte dalla nuova Legge di Bilancio e che riguardano i lavoratori della scuola, sono: l’introduzione di quota 102 che dà la possibilità di accedere al collocamento a riposo, a tutti quei lavoratori che maturano entro il 31/12/2022, entrambi i requisiti: almeno 64 anni di età ed almeno 38 anni di contributi; confermata opzione donna che riguarda le lavoratrici donne che hanno maturato entrambi i requisiti al 31/12/2021, almeno 58 anni di età ed almeno 35 anni di contributi. Ape sociale che dà la possibilità di accedere al collocamento a riposo, a tutti quei lavoratori che maturano entro il 31/12/2022, i seguenti requisiti: 63 anni di età e 36 anni di contributi con svolgimento di lavori gravosi, di cui almeno 6 anni degli ultimi 7 oppure almeno 7 anni degli ultimi 10 maturati come insegnante della scuola dell’infanzia e/o primaria; 63 anni di età, 30 anni di contributi ed essere invalidi civili con una percentuale maggiore o uguale al 74%; 63 anni di età, 30 anni di contributi ed assistere da almeno 6 mesi, al momento della richiesta di pensione, un familiare convivente con handicap grave ai sensi della legge 104 del 1992.

Diverse le questioni sollevate durante l’incontro, proprio in virtù delle nuove opportunità pensionistiche, dichiara Giuseppe Faraci, segretario generale Anief. È stato chiesto di poter prevedere la possibilità, per il personale che ha già presentato domanda con i precedenti requisiti, di optare per il nuovo requisito più favorevole. È il caso di chi per esempio, insegnante della primaria ha presentato domanda di opzione donna e oggi ha la possibilità di optare per l’ape sociale come lavoratore usurante.

L’Amministrazione si è impegnata a verificare, sottolineando che il rispetto delle tempistiche è prerequisito per la puntuale erogazione della prestazione pensionistica e per le operazioni di avvio dell’anno scolastico, spiega invece la FLC CGIL.

Nei prossimi giorni si terrà nuovo incontro per la presentazione della circolare con la quale verranno indicati modi e tempi di presentazione delle istanze. La scadenza della è presentazione delle istanze è al momento fissata al 28 febbraio 2022.

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?