Pensioni, riscatto laurea agevolato per far decollare quota 100

di redazione
ipsef

item-thumbnail

E’ questa una delle ipotesi che ha preso piede ieri dopo l’incontro tra Matteo Salvini e i sottosegretari leghisti Garavaglia, Durigon e Bitonci. L’idea, dunque, nasce in casa Lega.

Quota 100 in Legge Bilancio

Pensione con quota 100 dovrebbe essere uno dei punti cardine della Legge di Bilancio 2019. Per metterla a punto serve però trovare le coperture finanziarie, problematica alla quale si lavora ormai da settimane.

Naturalmente stiamo parlando della quota 100 cara a Salvini (62 anni di età e 38 di contributi).

Questo obiettivo potrà essere raggiunto spingendo i lavoratori alla contribuzione volontaria.

Le ipotesi

Queste le 3 ipotesi in campo

1) sanatoria per le imprese con i contributi evasi

2) agevolazioni sui contributi per i lavoratori che hanno lavorato in maniera discontinua

3) avegolazione per il riscatto laurea dal 1996 in poi

Nel comunicato della Lega si legge “la riforma delle pensioni con quota cento sarà realizzata con misure di buon senso, compresa la pace contributiva nell’ottica di favorire l’aumento volontario della contribuzione da parte dei lavoratori“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione