Pensioni: requisiti per chi è nato nel 1958, nel 1963, nel 1953, in ruolo dal 1985

WhatsApp
Telegram

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

Nata il 3 ottobre 1958 ed il 31 dicembre 2018 avrò  40 anni 3 mesi e 11 giorni di servizio. Quando potrò andare in pensione

Luciana  – Sono una insegnante scuola dell ‘infanzia .sono nata il 3 ottobre 1958 ed il 31 dicembre 2018 avrò  40anni 3 mesi e 11giorni di servizio  Quando potrò andare in pensione. Grazie
FP  – Gentile Luciana,in riferimento alla sua richiesta le segnalo che, considerata la sua anzianità contributiva e la sua età anagrafica, matura il diritto alla pensione anticipata, secondo i requisiti ordinari previsti dalla L. 214/2011 – nel 2020 (requisito “congelato”: 41 anni e 10 mesi di anzianità contributiva).

Considerato il suo profilo di appartenenza (insegnante scuola dell’infanzia) approfitto per chiarire quanto segue: la legge di Bilancio 2018 ha previsto la sospensione dell’adeguamento alla speranza di vita al 1° gennaio 2019, ai fini pensionistici, per le categorie di lavoratori che svolgono lavori gravosi, tra cui il profilo di insegnante della scuola dell’infanzia.

Insegnante di scuola primaria, nata l’11/04/1963. Quando potrò andare in pensione con l’opzione di vecchiaia?

Docente –  insegnante di scuola primaria, nata l’11/04/1963. Sono entrata di ruolo (senza neanche un  giorno di preruolo) l’1 ottobre 1983. Quando potrò andare in pensione con l’opzione di vecchiaia? O eventualmente quando, se accettassi l’Opzione Donna? Grazie in anticipo per la risposta.

FP  – Gentile Docente,

stante la sua anzianità contributiva e la sua età anagrafica la prima possibilità di uscita è data dal raggiungimento dei requisiti, previsti dall’attuale normativa di riferimento, per la pensione anticipata ovvero nel 2026.

Ci tengo a precisare che i requisiti pensionistici dal 2019 in poi, al momento sono previsionali e pertanto potrebbero subire delle variazioni.

In merito all’opzione donna così come indicato dalla scheda tecnica predisposta dall’INPS:

“Per avere diritto alla pensione di anzianità con l’opzione donna le lavoratrici devono possedere, entro il 31 dicembre 2015:

– un’anzianità assicurativa e contributiva di almeno 35 anni (per le gestioni esclusive dell’AGO 34 anni, 11 mesi e 16 giorni);

– un’età anagrafica di 57 anni, se dipendenti, e di 58, se autonome. Dal 1.1.2013, con gli adeguamenti alla speranza di vita cui all’articolo 12 della legge n. 122 del 2010, il requisito di accesso è divenuto di 57 anni e 3 mesi per le lavoratrici dipendenti e 58 anni e 3 mesi per quelle autonome.

La facoltà è stata estesa retroattivamente anche alle lavoratrici che al 31 dicembre 2015 avevano compiuto 57 anni, se dipendenti.”

Pertanto le segnalo che non possiede entrambi i requisiti (anagrafici e di servizio) al 31/12/2015, per accedere alla pensione cosiddetta “opzione donna”, salvo eventuali modifiche.

In ruolo dal settembre 1985. Quando presumibilmente potrò andare in pensione?

Armando – Buongiorno, sono un insegnante di scuola secondaria superiore, in ruolo dal settembre 1985. Precedentemente avevo un anno di pre-ruolo; ho anche riscattato un anno di servizio militare, tre anni di specializzazione post laurea e quattro anni di laurea. Quando presumibilmente potrò andare in pensione? Grazie delle informazioni.
FP – Gentile Armando,in riferimento a quanto richiesto le segnalo che la possibilità di pensionamento (non avendo indicato la data di nascita), tenuto conto dell’attuale normativa di riferimento in materia pensionistica, è data dal raggiungimento dei requisiti prescritti per il pensionamento anticipato  (requisiti legati all’anzianità di servizio compresi tutti gli anni riscattati): pertanto potrebbe andare in pensione nel 2019 – requisito previsto 43 anni e 3 mesi di anzianità contributiva.

Nata nel febbraio del 1953 ho solo 26 anni di servizio. Vorrei sapere quando potrò andare in pensione

Carmelo   – sono un’insegnante di scuola media.Ho iniziato a lavorare un po’ tardi e pur essendo nata nel febbraio del 1953 ,ho solo 26 anni di servizio.Vorrei sapere quando potrò andare in pensione e se con la riforma, ventilata dal nuovo governo,cambierà qualcosa per le pensioni di vecchiaia. Grazie
FP – Gentile Docente,
in riferimento alla sua richiesta, considerata la sua anzianità contributiva e la sua età anagrafica, la prima possibilità di “uscita” è data dal raggiungimento del diritto al pensionamento di vecchiaia (requisito legato al servizio) ovvero nel 2020, tenuto conto dei requisiti ordinari previsti dalla L. 214/2011.Per quanto riguarda la possibilità di andare in pensione con la cosiddetta “quota 100” o altro, al momento non sono in grado di darle delle indicazioni, tenuto conto dell’incertezza della questione.

WhatsApp
Telegram

Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) sono un’opportunità professionale anche per gli insegnanti. Tutte le informazioni qui e su TuttoITS.it