Pensioni quota 100 statali, fuori da legge bilancio. Forse decreto ad hoc

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Colpo di scena per la riforma delle pensioni quota 100, nella legge di bilancio non ci sarà il dettaglio del funzionamento, ma solo delle indicazioni generali.

Si punta su Decreto ad hoc

Sarà invece un Decreto ad hoc a regolamentare la riforma, come riporta l’ANSA.

Nel bilancio ci saranno indicazioni sui fondi da utilizzare che saranno due: uno per le pensioni e uno per il reddito. Il resto sarà inserito in norme ad hoc

Ecco il perché

L’annuncio di un intervento differenziato per gli statali è arrivato oggi dalla ministra della Pubblica amministrazione, Giulia Bongiorno che, confermando le indiscrezioni circolate in questi giorni, ha sottolineato la necessità di “garantire la continuità dell’azione amministrativa”.

Tra i punti caldi la questione scuola che potrebbe portare fino ad 80 mila lavoratori in pensione con conseguente difficoltà nel garantire i servizi. Oltre che nella sanità e Inps.

Quante persone coinvolte

Le persone coinvolte sarebbero nel complesso 380.000 e tra questi circa il 40% sarebbero nel settore pubblico. Cifre che potrebbero cambiare se l’accesso con quota 100 (con i paletti a 62 anni di età e 38 di contributi) dovesse essere solo temporanea. sebbene l’impato sarebbe comunque grande.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione