Pensioni quota 100, “solo per i lavoratori manuali e quelli a bassa retribuzione”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La misura volta a modificare la legge Fornero, ossia la quota 100, continua a far discutere, come testimonia l’intervento dell’ex Ministro greco delle Finanze Varoufakis.

Pensioni quota 100

Con la quota 100, i requisiti per andare in pensione saranno:

  • 62 anni d’età;
  • 38 di contributi.

Il Governo, al fine di non sforare le risorse stanziate in legge di bilancio, sta vagliano l’ipotesi di inserire dei paletti.

Quota 100 solo per lavoratori manuali

Varoufakis (ex Ministro delle Finanze greco), secondo quanto riferito al Sole 24Ore,  ritiene che la quota 100 dovrebbe riguardare soltanto i lavoratori manuali e quelli che hanno stipendi bassi. Queste le Sue parole:

Quota 100 “dovrebbe andare avanti solo per i lavoratori manuali e quelli a bassa retribuzione, ma non per quelli con redditi più alti che lavorano in finanza, pubblica amministrazione o nelle professioni. Qualsiasi cifra venga risparmiata dovrebbe essere investita in progetti infrastrutturali verdi“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione