Pensioni quota 100, Snals diffida Inps: entro il 20 maggio comunicare posti vuoti

WhatsApp
Telegram

Pensioni Quota 100: a causa dei tempi lunghi per l’elaborazione delle domande il Miur ritiene di non poter considerare questi posti utili per la mobilità degli insegnanti. 

L’INPS ha fatto sapere che i docenti interessati saranno messi nella condizione di poter accedere al pensionamento dal 1° settembre 2019,ma non assicura nulla sui tempi delle procedure.

Tale ritardo – spiega lo Snals – pregiudica i diritti e le aspettative di quanti aspirano ad una stabilizzazione tramite la mobilità.

Per tali motivi lo Snals- Confsal ha presentato all’INPS la presente diffida

Lo Snals-Confsal

nella persona del Segretario Generale Elvira Serafini

CONSIDERATO: l’ingente numero di domande di dimissione volontaria dal servizio presentate dal personale della scuola di diversa categoria e profilo professionale ai sensi della nuova normativa vigente;

CONSIDERATO: che i posti liberati dovranno essere coperti da personale titolare nel più breve tempo possibile;

CONSIDERATO: la necessità di dover garantire la stabilità dei titolari e la continuità didattica nelle scuole;

CONSIDERATO: i termini di scadenza indicati dall’O.M. 203/2019 sulla mobilità per l’anno scolastico 2019/2020

invita

L’INPS, nella persona del Presidente dott. Boeri,  ad accertare tempestivamente il possesso dei requisiti richiesti dalla legge per accedere al collocamento a riposo di coloro che ne hanno presentato domanda con decorrenza 1 settembre 2019;

diffida

di comunicare al MIUR il numero effettivo degli aventi diritto a pensione per consentire al Sistema informativo di acquisire i posti disponibili ai fini della mobilità in tempo utile e comunque entro e non oltre il 20 maggio 2019.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito