Pensioni quota 100 senza ritocchi nella nuova Manovra

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Le pensioni quota 100 rimarranno nella manovra finanziaria con il meccanismo finora illustrato del raggiungimento di 38 anni di contributi e 62 di età.

Ci saranno anche tutte le variabili finora illustrate.

Nel Consiglio di ieri pomeriggio, all’indomani dello screzio sul condono fiscale, non sarebbe stato rimesso in discussione il provvedimento sulle pensioni. Ed è quanto si può dedurre dal fatto che non ci sia stato alcun riferimento a questo tema durante la conferenza stampa dei ministri Salvini, Di Maio e Conte.

Il nuovo testo recupererà altri punti inseriti nel contratto di Governo, come spiegato dal vice presidente del Consiglio, Matteo Salvini: “Ma non tutto il male vien per nuocere perché si recupererà tutto ciò che c’era nel contratto di governo e che per vari problemi non era entrato nel dl fiscale”.

Tuttavia l’impianto centrale della Manovra non cambierà più di tanto e questo potrebbe essere letto come conferma ulteriore che non ci sarà alcun ritocco alla controriforma Fornero.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione