Pensioni quota 100, sarà nella prossima legge di bilancio. Le anticipazioni, chi è interessato?

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Che tempi per la riforma delle pensioni e l’introduzione della quota 100? Questa la domanda che in questi giorni ha preso banco sul dibattito legato alla riforma previdenziale. Arrivano le prime anticipazioni.

Riforma Fornero nella prossima legge di bilancio

Ad anticipare la possibilità di inserire la riforma quota 100 nella prossima legge di bilancio è stato Massimo Garavaglia, viceministro dell’economia intervistato da Maria Latella su SkyTg24.

Dovessi decidere io – ha detto il leghista – farei prima la flat tax, per fare entrare più gente possibile nel mondo del lavoro e far nascere nuove partite Iva, un tema collegato al reddito cittadinanza, però viene percepita come una priorità anche la Fornero quindi penso che alla fine le cose andranno di pari passo“.

Mi pare di capire – aggiunge – che sia tema di legge di bilancio, ma non ne abbiamo ancora parlato con gli altri colleghi, il consiglio dei ministri non penso che ne abbia parlato, però di sicuro sarà in legge di bilancio“.

Le regole per accedere a quota 100

Le regole per accedere a quota 100 per andare in pensione sono tutte, ancora, da scrivere. Ricordiamo comunque che l’intenzione espressa nel testo di accordo tra Lega e Movimento 5 Stelle è di consentire l’uscita dal “lavoro quando la somma dell’età e degli anni di contributi del lavoratore è almeno pari a 100, con l’obiettivo di consentire il raggiungimento dell’età pensionabile con 41 anni di anzianità contributiva“. Bisognerà vedere come sarà declinata tale opportunità.

Vedi anche

Pensione quota 100: andresti in pensione 5 anni prima rinunciando a 200 euro al mese? Ecco i calcoli in base all’età

Tutto su quota 100 e pensioni

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione