Pensioni quota 100, Salvini “un segnale entro l’anno”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il leader della Lega Nord Matteo Salvini interviene sulla riforma delle pensioni e sull’introduzione della quota 100 che modifica la legge Fornero.

Cos’è quota 100

Ricordiamo che quota 100 permetterebbe di andare in pensione quando la somma dell’età e degli anni di contributi del lavoratore è pari a 100.

In pensione a 63 o 64 anni

Sull’età minima per andare in pensione con quota 100 si è instaurata una speculazione che ha visto coinvolto anche l’Inps.

Infatti, l’Istituto ha impostato l’analisi in base a differenti scenari.

Il primo prevede il ripristino della pensione di anzianità con 41 anni di contribuzione e quota 100 con 64 anni di età minima (35 anni la soglia dei contributi). Nel 2019 l’onere sarebbe di 11,6 miliardi di euro per un totale di 596 mila pensioni in più a fine anno. Nel 2028 i costi salirebbero a 18,3 miliardi e gli assegni a 1 milione. Dopo di che “a partire dal 2030 gli oneri si riducono, trasformandosi in risparmi intorno all’anno 2040.

Passando alla seconda, si immagina uno sbarramento a 65 anni per un esborso di 10,3 miliardi di euro subito, che nel 2018 lieviterebbero fino a 16,5. I flussi di pensionamento da 519 mila andrebbero a 896 mila.

Salvini, “risposte entro l’anno”

Sull’abolizione della legge Fornero “voglio un segnale entro l’anno”: è quanto ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini, ospite della trasmissione L’aria Pulita su Italia 7 Gold. Quota 100 “è il nostro obiettivo” così come aumentare le pensioni minime grazie anche al taglio di quelle cosiddette ‘d’oro’, ha proseguito Salvini.

“Falsi i dati del presidente Inps”

Parlando poi del presidente dell’Inps Tito Boeri, il ministro ha aggiunto che “è una bufala che costa troppo toccare la Fornero, è falso che c’è bisogno di immigrati per fare certi lavori ed è falso che c’è bisogno di più immigrati per pagare le pensioni degli italiani. Boeri – ha aggiunto – chiede x mila immigrati per pagare le pensioni e quella è una c…ta”.(ANSA).

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione