Pensioni quota 100, possibile da gennaio. Quanti sono gli interessati?

di redazione
ipsef

item-thumbnail

E’ possibile che la quota 100 per andare in pensione venga attivata già da gennaio 2019. Questo il piano del Governo Conte.

Quota 100

Si tratta della possibilità per i lavoratori del settore pubblico e privato di poter andare in pensione con una somma tra età anagrafica e contributiva pari a 100, con almeno 64 anni e 36 di contributi.

Già da gennaio 2019

Il piano del Governo, secondo quanto trapela dalle parole di Matteo Salvini durante la trasmissione di mercoledì scorso a Porta a porta, sarebbe intenzione di considerare quota 100 prioritaria rispetto a Quota 41. Con l’intenzione di avviare le operazioni per gennaio 2019.

Questione finanziamenti

L’idea del Governo è di contrattare con l’Europa circa i tempi di riduzione del reddito, in modo da non interferire con le riforme. Quindi, se le indiscrezioni saranno confermate, dipenderà molto dalla risposta di Bruxelles se avviare o meno la riforma.

Quanti sono gli interessati?

Nel complesso i lavoratori del settore pubblico si aggirerebbero intorno ai 100-150mila annuali tra il 2019 e il 2021. Mentre se si contano i dipendenti privati, le cifre raggiungono quasi il milione.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione