Pensioni quota 100: docenti ci rientreranno, probabile scadenza domanda 28 febbraio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Pensioni Quota 100 e reddito di cittadinanza non sono in programma nel Consiglio dei Ministri di oggi. Ci sono ancora delle verifiche da fare. 

Per i lavoratori della scuola la data ultima per la presentazione della domanda, solo per il 2019, potrebbe essere il 28 febbraio.

Questo permetterebbe di non compromettere le normali operazioni di avvio dell’anno scolastico 2019/20, a partire dalla costituzione degli organici.

La bozza del decreto Pensioni quota 100  afferma: “Per il personale del comparto scuola resta fermo, ai fini dell’accesso al trattamento pensionistico, che la cessazione dal servizio ha effetto dalla data di inizio dell’anno scolastico e accademico, con decorrenza dalla stessa data del relativo trattamento economico nel caso di prevista maturazione del requisito entro il 31 dicembre dell’anno.

Per il personale della scuola, quindi, il pensionamento al 1° settembre 2019 è possibile:  per il computo dei mesi necessari ai fini dell’accesso si tiene  conto di settembre, ottobre, novembre dicembre, anche se non  effettivamente prestati, qualora  in tal modo il pensionando  maturi i requisiti per  il pensionamento al 31 dicembre.

Platea da 20.000 a 70.000 aspiranti

Il Miur  – secondo quanto riferisce Italia Oggi – non si attende una adesione di massa al provvedimento, per cui si è abbastanza fiduciosi sul fatto che il provvedimento non creerà una voragine negli organici.

Nulla di certo tuttavia può essere detto fino a quando non sarà pubblicato il decreto e presentate le domande.

Insegnanti scuola di infanzia

Nel frattempo, cambiano anche i requisiti per gli insegnanti di scuola di infanzia. Anche in questo caso il Miur dovrà riaprire i termini per le domande.

Quello degli insegnanti di infanzia viene infatti ritenuto “lavoro gravoso” e pertanto sono esonerati dall’aumento dei 5 mesi di aspettativa di vita per andare in pensione nel 2019.  Pensioni, nuovi requisiti maestre infanzia. Miur riaprirà termini domande

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione