Pensioni Quota 100, dal 2019 scelta da oltre 300mila persone. Spesa da 11 miliardi

WhatsApp
Telegram

Dalla sua introduzione nel 2019 ‘quota 100’, il meccanismo per accedere alla pensione è stato utilizzato da 314.128 lavoratori, per una spesa di 11,6 miliardi e un assegno medio di 25.663 euro.

Sono gli ultimi dati diffusi dall’Inps, aggiornati al 31 agosto, resi noti dall’Adnkronos.

Le richieste pervenute sono 433.202 tra cui i 35.238 in lavorazione e 56.836 respinte. I lavoratori dipendenti che hanno beneficiato della pensione quota 100 sono 273.519 pari all’87,1% del totale, di cui 166.282 del settore privato (52,9%) e 107.237 del settore pubblico (34,1%), mentre i lavoratori autonomi sono 67.609 (21,5%). Il 69,3% dei beneficiari risultano uomini, il 30,7% donne.

Pensioni, “Quota 102/104 inutile, solo 10 mila interessati. Così è una presa in giro”, l’affondo della Cgil

La retribuzione media è pari a 25.663 euro con notevoli differenze tra la categorie. Gli assegni più elevati sono quelli dei dipendenti pubblici, che percepiscono 28.064 euro, seguiti dai dipendenti privati con 27.237 euro e dagli autonomi con 17.983 euro.

Quota 100 è una prestazione economica erogata, a domanda, ai lavoratori dipendenti e autonomi che maturano, nel periodo compreso tra il primo gennaio 2019 e il 31 dicembre 2021, i requisiti prescritti dalla legge.

La prestazione spetta ai lavoratori iscritti all’assicurazione generale obbligatoria (Ago), che comprende il Fondo pensioni lavoratori dipendenti (Fpld) e le gestioni speciali per i lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri), e alle forme sostitutive ed esclusive della medesima, gestite dall’Inps, nonché ai lavoratori iscritti alla gestione separata.

Pensioni, riscatto della laurea agevolato o ordinario: ecco la situazione attuale. Titoli di studio riscattabili e come pagare

Quota 100 addio, Draghi la manda in soffitta. La Lega è delusa ma dalla legge di bilancio potrebbe arrivare la ‘consolazione’

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO