Pensioni quota 100, da settembre si liberano circa 500 posti. Ecco dove

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sui territori si comincia a fare la conta dei benefici delle nuove pensioni quota 100.

A Viterbo, dal prossimo settembre si libereranno quasi 500 posti di lavoro.

Anche prima dell’entrata in vigore delle pensioni quota 100, sono state presentate domande di pensione da parte di 200 docenti, 80 tra personale Ata e 1 dirigente scolastico.

Il numero potrebbe salire notevolmente, raggiungendo un livello doppio, con l’entrata in vigore dei nuovi parametri. Di conseguenza, i posti di lavoro nelle scuole potrebbero essere molti. A fare i conti sulle nuove disponibilità nelle scuole della provincia laziale è il Corriere di Viterbo.

Stando ai patronati dei sindacati, non si contano più le domande per la pensione anticipata presentate dal personale scolastico di ogni ordine e grado.

“Se le stime sindacali sono giuste – scrive il Corriere di Viterbo – almeno 500 persone tra docenti e Ata, più o meno volontariamente, saranno messi a riposo. Tutti posti che dovranno essere coperti con nuove immissioni in ruolo o con i classici supplenti”.

Il giornale online fa anche il conto dettagliato di quali fasce età stanno richiedendo l’accesso alla pensione, facendo notare che fra le domande presentate molte sono relative alle maestre.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione