Pensioni. Possibile per i dipendenti pubblici compilare la domanda direttamente all’INPS

di redazione
ipsef

I dipendenti pubblici , come quelli privati, devono inviare all’Inps la domanda di pensione diretta, di vecchiaia e anticipata utilizzando il servizio online accessibile dalla pagina www.inps.it “Domanda di Prestazioni Previdenziali: Pensione, Ricostituzione, Ratei ecc.” accessibile dal percorso Servizi OnLine > Accedi ai servizi>Servizi per il Cittadino".

I dipendenti pubblici , come quelli privati, devono inviare all’Inps la domanda di pensione diretta, di vecchiaia e anticipata utilizzando il servizio online accessibile dalla pagina www.inps.it “Domanda di Prestazioni Previdenziali: Pensione, Ricostituzione, Ratei ecc.” accessibile dal percorso Servizi OnLine > Accedi ai servizi>Servizi per il Cittadino".

E'stato infatti unificato il servizio online per la domanda di pensione diretta per dipendenti pubblici e privati.

E' possibile selezionare il tipo pensione (vecchiaia, anticipata, di anzianità per i casi eccezionali attualmente previsti quali le pensioni in salvaguardia) e scegliere la gestione e il fondo di appartenenza.

Ecco cosa è possibile selezionare tra le varie opzioni:
Pensione di vecchiaia (anche per gli iscritti alle gestioni pubbliche);
Pensione anticipata (anche per gli iscritti alle gestioni pubbliche);
Pensione di inabilità;
Assegno di invalidità;
Pensione ai superstiti (reversibilità/indirette);
Pensione di anzianità (anche per gli iscritti alle gestioni pubbliche);
Ricostituzione della pensione;
Ratei maturati e non riscossi;
Estratto conto certificativo.

Nel Manuale scaricabile o consultabile online dal link presente nella testata del servizio sono contenute le istruzioni fondamentali per la compilazione della domanda con la documentazione richiesta. 

Agli iscritti alle gestioni pubbliche viene richiesto dapprima di compilare il pannello dell’Anagrafica e poi di selezionare da un menu a tendina prima il Tipo di pensione (vecchiaia, anticipata, di anzianità per i casi eccezionali attualmente previsti quali le pensioni in salvaguardia) e poi il Fondo di appartenenza. Per poter procedere all’invio della domanda occorre inoltre compilare le dichiarazioni di responsabilità relative a:
ultimo datore di lavoro;
data di cessazione del rapporto di lavoro;
eventuale titolarità di altre prestazioni pensionistiche e/o assistenziali.
Infine, qualora venga richiesto, unitamente alla pensione, anche l’Assegno al Nucleo Familiare, gli iscritti alle gestioni pubbliche devono indicare il reddito presunto.
 
Devono inoltre essere compilate le dichiarazioni di responsabilità relative:
ultimo datore di lavoro 
data di cessazione del rapporto di lavoro 
eventuale titolarità di altre prestazioni pensionistiche e/o assistenziali.
Se unitamente alla pensione si richiede anche l’Assegno al Nucleo Familiare, è necessario indicare il reddito presunto.
E' possibile accedere con il codice Fiscale – PIN dispositivo, SPID.

link alla pagina

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione