Pensioni, Orlando: “Avviare confronto con le parti sociali”

Stampa

“Ringrazio gli onorevoli interroganti per il quesito che pone il tema delle prossime iniziative del Governo in materia di pensioni. Le Commissioni di studio istituite presso il Ministero del lavoro, la Commissione sulla classificazione e comparazione, a livello europeo e internazionale, della spesa pubblica nazionale e la Commissione sulla gravosità delle occupazioni, all’interno delle quali vi sono i rappresentanti sia delle parti sociali che degli altri Ministeri coinvolti, dopo la riattivazione stanno proseguendo nella riflessione tecnica sul passaggio che è stato richiamato”.

Così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, in occasione del Question Time alla Camera.

“All’esito di questo imprescindibile lavoro di approfondimento avremo gli elementi per valutare correttamente il peso e la composizione della spesa pensionistica e assistenziale, presente e futura, quindi, anche la questione che riguarda le future generazioni, e per supportare congruamente le politiche pubbliche di sicurezza sociale. L’orizzonte temporale rimane quello di questo mese di maggio per concludere questa fase e poi avviare un confronto con le parti sociali, con gli altri Ministeri interessati e in sede collegiale di Governo, al fine di individuare i percorsi più adeguati e con principi di condivisione per intervenire sul sistema pensionistico”. 

”Oggi, dopo aver impostato il lavoro su riforma degli ammortizzatori e sulle politiche attive per il lavoro, possiamo dire che ci sono quindi le condizioni per aprire un confronto sul tema della previdenza – continua Orlando -. Credo che le proposte di intervento che saranno prossimamente individuate e condivise non possano essere più di carattere sperimentale e transitorio, ma dovranno essere orientate, in termini di sostenibilità ed equità e di una prospettiva di lungo periodo. Dovranno avere carattere strutturale”.

Stampa

Concorso STEM. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype. Nuovi percorsi rapidi, mirati e intensivi