Pensioni minime a 600 euro in base all’età e all’ISEE: ipotesi al vaglio del governo

WhatsApp
Telegram

Alzare le pensioni minime fino a 600 euro. Un’operazione da fare per una fascia selezionata, più anziana e meno abbiente, di pensionati.

Ecco l’ipotesi che prende quota all’interno della maggioranza, alle prese con gli ultimi emendamenti alla manovra.

La legge di Bilancio, allo stato attuale, prevede che per le pensioni minime la rivalutazione sia pari all’8,7% (il 120% rispetto al 7,3% di riferimento), con un importo che si alza da 523 a 570 euro mensili.

Un incremento, finanziato con 210 milioni per il 2023, di poco inferiore a 50 euro che rappresenta solo la prima tappa verso l’obiettivo dei 1000 euro per le pensioni minime a fine legislatura.

L’idea che si fa strada è quella di concedere un ulteriore aumento almeno ai pensionati over 70 con un Isee di basso livello. Una soluzione che, dai primi calcoli, sarebbe compatibile con i saldi complessivi dell’intervento previdenziale. 

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro