Argomenti Guide

Tutti gli argomenti

Pensioni, le alternative al cumulo: cos’è la Costituzione della Posizione Assicurativa

Stampa
pensione

Una misura alternativa al cumulo dei contributi può essere sfruttata se ci sono versamenti nella gestione pubblica per lavoro antecedente luglio 2010.

Non è certo una rarità trovare lavoratori che durante la loro carriera hanno versamenti in più casse previdenziali. Un tipico esempio è quello del lavoratore che è passato dalla gestione privata alla gestione pubblica e viceversa. Non sono pochi i contribuenti che hanno versamenti nell’ex Inpdad.

Quando si hanno carriere con versamenti effettuati in più casse previdenziali sono numerosi gli strumenti utili tra ricongiunzioni, cumulo, riscatti. E tutti più o meno vantaggiosi in base al singolo caso. C’è uno strumento però che viene considerato alternativo al cumulo e vantaggioso per determinate categorie di soggetti. Si chiama CPA, Costituzione della Posizione Assicurativa.

Importante la data di chiusura del rapporto di lavoro ex Inpdad

Presso l’Inps in alternativa al cumulo, chi ha brevi periodi di contribuzione versata  nelle gestioni pubbliche può utilizzare lo strumento della Costituzione della Posizione Assicurativa. Occorre però che il rapporto di lavoro si sia concluso prima della fine di luglio del 2010.E non è raro che ci siano lavoratori che, soggetti a carriere di lavoro discontinue, si trovano ad avere contribuzione accreditata in più casse previdenziali tra cui, spesso, nella gestione pubblica ex Inpdad.

E lo strumento che approfondiamo oggi è proprio la Costituzione della Posizione Assicurativa, che permette a determinate condizioni di raggruppare gratuitamente nella cassa previdenziale a cui si chiederà la pensione, tutti i periodi, non coincidenti, delle varie casse previdenziali. Il caso più frequente è quello del lavoratore che in passato ha svolto brevi periodi di attività per Province, Comuni, Scuola e così via.

 Tutto previsto dalla legge 232 del 2012, nello specifico, l’articolo n° 1 comma 238. Nel dettaglio questa normativa consente agli iscritti delle ex casse di previdenza come la Cassa Enti Locali, la Cassa Sanitari, la Cassa degli Insegnanti, la CPDEL, la CPS, la CPI e la CPUG,di utilizzare lo strumento che come detto è alternativo al cumulo e soprattutto gratuito. Ricapitolando, se i periodi di breve contribuzione in quelle casse previdenziali sono cessati entro il 30 luglio 2010, esiste questa possibilità, purché non sia sopraggiunta la maturazione del diritto alla pensione.

Come funziona la Costituzione della Posizione Assicurativa

L’istanza va presentata come certificazione del diritto alla pensione. Parliamo di aule istanze propedeutiche alla vera domanda di pensione che per esempio interessano misure di pensionamento anticipato come la pensione anticipata ordinaria, lo scivolo usuranti, la quota 100 o l’Ape sociale. Per il soggetto con versamenti nella gestione pubblica, l’istanza va presentata sul sito dell’Inps nell’area gestione dipendenti pubblici in modo tale da fare confluire i periodi in questione, nel Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti (FLPD) dell’assicurazione generale obbligatoria. Lo strumento risulta particolarmente utile al fine di valorizzare brevi periodi di contribuzione lontani nel tempo, per ottenere un unico trattamento pensionistico.

Tra cumulo e CPA, cosa cambia?

La facoltà di utilizzare lo strumento della Costituzione della Posizione Assicurativa non riguarda tutti i lavoratori che hanno brevi periodi di lavoro nella gestione  pubblica. Infatti per esempio, tale possibilità non è appannaggio di chi ha versamenti  presso la Cassa dei Trattamenti Pensionistici dei lavoratori dello Stato (CTPS). Per questo sono tagliati fuori i lavoratori delle Forze dell’Ordine, tanto per fare un esempio, come anche i docenti, i magistrati e i lavoratori dei Ministeri.

Per questi l’alternativa c’è ed è il cumulo. Ma rispetto alla CPA le differenze sono notevoli soprattutto in termini di liquidazione della pensione. Infatti come è notoriamente risaputo, con il cumulo i tempi di liquidazione dei trattamenti pensionistici sono lunghi poiché l’Inps deve determinare l’importo della quota di pensione maturata presso la gestione pubblica riferita ad un periodo lavorativo breve e molto indietro nel tempo. Nel cumulo la pensione è liquidata pro quota, cioè in parte da ciascuna cassa dove sono versati i contributi, anche se poi l’assegno previdenziale è unico.

La lungaggine del procedimento deriva dal fatto che spesso si tratta di periodi lontani nel tempo e sui quali occorre andare a trovare l’importo dello stipendio il giorno della chiusura del rapporto lavorativo. Con la Costituzione della Posizione Assicurativa invece, non si fa altro che aggiungere i mesi di contribuzione della gestione pubblica, a quelli nel FPLD.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur