Pensioni, da questa settimana elenchi docenti e ATA a riposo dal settembre 2022 e numero posti vuoti per mobilità e immissioni in ruolo

WhatsApp
Telegram

Con una nota del 7 febbraio, il Ministero dell’Istruzione rende noto che l’Inps  invierà settimanalmente le posizioni per le quali ha effettuato la verifica del  diritto a pensione. 

Tali  informazioni saranno visibili agli  uffici  provinciali e regionali, alle istituzioni  scolastiche dal giorno  successivo  la  ricezione,  tramite  le  funzioni  disponibili  al  percorso SIDI: Fascicolo Personale Scuola > Comunicazione servizi INPS > Interrogare diritto a pensione.

NOTA

Le certificazioni attualmente disponibili si riferiscono a pensionandi le cui posizioni assicurative siano state già definite dalle scuole di titolarità entro il termine previsto e per i quali l’Inps ha emesso i relativi decreti di computo, riscatti e ricongiunzioni, accettati dall’interessato.

La scuola dovrà comunicare immediatamente al pensionando l’esito della verifica Inps sul diritto a pensione sia se positivo che negativo, al fine di permettere all’interessato di chiedere la correzione di eventuali errori, che se non corretti potrebbero influire sull’importo della pensione.

Accertato il diritto a pensione certificato dall’Inps, la scuola di titolarità del pensionando provvederà subito ad effettuare la convalida della cessazione del servizio sul sistema SIDI, inserendo i codici previsti.

In assenza della convalida della cessazione, l’Inps non provvederà al pagamento della pensione.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur