Pensioni docenti e Ata 2022, in arrivo il decreto e la circolare. I requisiti

Stampa

Sono iniziati gli incontri che porteranno alla circolare annuale sulle pensioni scuola. Oggi, 24 settembre, il primo incontro, che ha mostrato la volontà del Ministero di anticipare i termini della domanda al 31 ottobre.

Al momento ricordiamo che il personale della scuola può presentare domanda di pensionamento se matura i requisiti previsti, entro il 31 dicembre dell’anno scolastico successivo a quello di presentazione della domanda.

Per quanto riguarda invece “Quota 100”, in assenza della proroga per il 2022, questa modalità di pensionamento potranno utilizzarla solo i docenti che maturano il requisito, almeno 62 anni di età e 38 anni di contributi, entro il 31 dicembre 2021.

I requisiti della pensione di vecchiaia sono di 67 anni al 31 dicembre 2022, e della pensione anticipata, anzianità contributiva minima di 41 anni e 10 mesi per le donne e di 42 anni e 10 mesi per gli uomini.

Come ricorda il sindacato Anief, due saranno le istanze Polis che saranno attive contemporaneamente. La prima conterrà le tipologie con le domande di cessazione ordinarie:

-domanda di cessazione con riconoscimento dei requisiti maturati entro il 31 dicembre 2020 (art.16 Decreto-Legge 28 gennaio 2019 n. 4 convertito con modificazioni dalla L. 28 marzo 2019, n. 26 – art. 1 comma 336 Legge 30 dicembre 2020 n. 178) (opzione donna);

-domanda di cessazione con riconoscimento dei requisiti maturati entro il 31 dicembre 2022 (Art. 24, commi 6, 7 e 10 del D.L. 6 dicembre 2011, n.201, convertito in L. 22 dicembre 2011, n.214 – Art.15, D.L. 28 gennaio 2019, n.4 convertito con modificazioni dalla L. 28 marzo 2019, n.26 – Art.1 commi da 147 a 153 della L. 27 dicembre 2017 n. 205);

-domanda di cessazione con riconoscimento dei requisiti maturati entro 31 dicembre 2022, pensione di vecchiaia, requisiti minimi 67 anni e almeno 20 di contributi; domanda di cessazione con riconoscimento dei requisiti contributivi maturati entro il 31 dicembre 2022, pensione anticipata a domanda, con i requisiti contributivi di 41 anni e 10 mesi per le donne e 42 anni e 10 mesi per gli uomini;

-domanda di cessazione dal servizio in assenza delle condizioni per la maturazione del diritto a pensione;

– domanda di cessazione dal servizio del personale già trattenuto in servizio negli anni precedenti.

La seconda conterrà, esclusivamente: domanda di cessazione per la maturazione del requisito alla pensione “quota cento” entro il 31 dicembre 2021, 62 anni di età e 38 anni di contributi.

Pensioni docenti e ATA 2022, Ministero propone scadenza domanda 31 ottobre. Anief chiede posticipo

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur