Pensioni, Di Maio su FaceBook: sì a quota 100 per superare Fornero

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Applicheremo la misura quota 100 per superare la Fornero”. La conferma arriva dal Ministro del Lavoro Luigi Di Maio in diretta via Facebook.

Quota 100

Andare in pensione con un minimo di 35 anni di cotributi e una somma di 100 tra età e anni di di lavoro è stato uno dei punti cardine dell’accordo tra Lega e Movimento 5 Stelle  ai rispettivi militanti e ai loro elettori. Fino a tre anni di lavoro in meno per docenti e ATA

Un’ altra misura del contratto di Governo è la possibilità di permettere alle lavoratrici con 57-58 anni e 35 anni di contributi di andare in quiescenza subito, optando in toto per il regime contributivo.

Molte le voci contrarie

Tra le voci che hanno levato un grido di allarme contro questa proposta troviamo persone come il presidente dell’Inps Boeri che ha puntato il dito contro l’aumento di spesa per le pensioni. Con questa proposta si rischia, ha detto, di mettere “a repentaglio i nostri conti pubblici e rischiamo di gonfiare ulteriormente il nostro debito pubblico”, dando come cifra di sforo del debito 100 miliardi.

“Applicheremo la misura quota 100 per superare la Fornero”. Lo conferma il ministro del Lavoro Luigi Di Maio in diretta via facebook.

Anche l’ex Ministro Fornero, autrice dell’attuale riforma, ha mostrato scetticismo sulla tenuta della proposta giallo-verde. Parlando di ingenti, proibitive risorse per attuare il piano e indicando come strada di eventuali modifiche quella del Governo Renzi.

Anche sulla prposta di agevolazione delle donne con l’estensione della modalità “opzione donna”, ha trovato scettica la Fornero che ha sostenuto il cambiamento dei tempi e come le donne ormai “distribuiscono il lavoro in casa in modo diverso”.

Di Maio tira dritto

Oggi, durante una diretta su FaceBook, Di Maio sembra non aver minimamente preso in considerazione quanto affermato dagli scettici. Affermando che la riforma della quota 100 sarà applicata per superare la Fornero.

Tetto massimo di spesa

Il problema della spesa è stato affrontato durante il tavolo delle trattative tra Lega e Movimento 5 Stelle, stimando un tetto di spesa di 5miliardi di euro annui, 50 miliardi in 10 anni. Vero è anche che fonti giornalistiche vorrebbero che il tetto di spesa previsto non tiene conto delle reali potenzialità di richiesta di anticipo pensionistico, ma sarebbe un tetto massimo di spesa annua, superato il quale si darebbe lo stop alle richieste di pensionamento.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione