Pensioni: cumulo, totalizzazione e ricongiunzione. Consulenza

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Riportiamo le ultime risposte dei nostri consulenti nella rubrica “Chiedilo a Lalla”. Ricordiamo che per le istituzioni scolastiche abbiamo approntato un canale di consulenza gratuita e con risposta garantita.

In alternativa alla totalizzazione e alla ricongiunzione c’è  il “cumulo”

Docente  – Sono un insegnate di Religione Cattolica.  Al 31/08/1999 ho maturato, per lavoro prestato presso  aziende private, 21 anni di servizio. Dal 01/09/1999  ad oggi insegno ininterrottamente nella scuola media superiore con incarico annuale. Sono nato il 03/10/1956. Gentilmente chiedo: non avendo fatto la ricongiunzione contributiva (troppo onerosa) – potrò totalizzare i contributi versati nei due enti (IPS E INPDAP) e quando potrò lasciare il lavoro?  Vi ringrazio della vostra gentile e gradita risposta. Buon lavoro.

Il “cumulo” non è da confondersi con l’istituto del ricongiungimento dei servizi ai sensi della L. 29/1979

Assistente Amm.va – a seguito di domanda di ricongiunzione art. 2 L.29/79 (lavoro presso privati, disoccupazione,contributi volontari, maternità, supplenze) presentata nel 2002, mi è stata riconosciuta dall’INPS nel settembre 2014 la ricongiunzione di anni 11 ecc. ai fini del diritto e anni 11 ecc. ai fini della misura del trattamento di quiescenza, cui corrisponde un onere di €. 7.927, 86 per cui sto provvedendo ratealmente e terminerò nel 2023. Una collega ha sentito che ora la ricongiunzione è GRATUITA.  Anche lei ha lavorato sia presso privati che presso il Comune, la Pretura, con periodi di disoccupazione e supplenze varie. E’ vero quanto le hanno detto che ora  la ricongiunzione non è più onerosa? e per chi sta pagando? In attesa di cortese riscontro, la saluto cordialmente. grazie 1000.

Chiedilo a Lalla

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione