Pensioni: controllo servizio militare nell’estratto contributivo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Dirigente dell’ufficio Scolastico di Forlì Cesena ha inviato ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche della provincia una nota con la quale invita tutti i dipendenti (anche i più giovani) alla verifica dell’estratto contributivo.

Controllo estratto contributivo

E’ di fondamentale importanza – si legge nella nota pubblicata su Gildafc – che tutti i dipendenti (anche i più giovani) verifichino il proprio estratto contributivo; nel caso in cui vengano rilevati errori , incompletezze o anomalie nei periodi accreditati, occorre attivare le procedure previste dall’INPS per la sistemazione della posizione (in particolare la procedura on line di RVPA, cioè richiesta di variazione posizione assicurativa), avvalendosi anche del supporto degli Enti di Patronato.

Servizio militare o servizio civile sostitutivo

Si ritiene utile altresì far presente – prosegue il Dirigente – quanto segue in ordine al riconoscimento del servizio militare (o servizio civile sostitutivo) ai fini pensionistici: qualora il periodo in questione non risulti presente in estratto, occorre che gli interessati inoltrino all’INPS, con modalità on line, la domanda di accredito dei contributi figurativi per il servizio stesso. Ovviamente l’accredito avverrà a titolo non oneroso. Anche per tale procedimento, gli interessati potranno avvalersi del supporto degli Enti di Patronato.

Nota INPS

In merito alla prescrizione dei contributi, con apposito comunicato l’INPS ha chiarito che la posizione contributiva potrà essere sistemata anche dopo il 31 dicembre 2018. In ogni caso,

la prescrizione dei contributi non influirà sulla pensione, considerato che, per i  contributi prescritti, provvederà l’amministrazione.

Prescrizione contributi pensioni, chi è obbligato a verificare entro 31 dicembre 2018

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione