Pensioni. Congelate quelle sopra i 3mila euro, allo studio una riforma. Piena rivalutazione per le altre

Di
WhatsApp
Telegram

red – Il Ministro Giovannini conferma per il 2014 il blocco della rivalutazione delle pensioni dal valore pari a 6 volte il minimo, ossia quelle di circa 3 mila euro al mese

red – Il Ministro Giovannini conferma per il 2014 il blocco della rivalutazione delle pensioni dal valore pari a 6 volte il minimo, ossia quelle di circa 3 mila euro al mese

La rivalutazione, invece, sarà piena per le pensioni fino a tre volte il minimo, al 90% tra le tre e le cinque volte il minimo e al 75% tra cinque e sei volte, fino alla «sterilizzazione per importi 6 volte superiori il minimo».

Giovannini ha, inoltre, anticipato che allo studio del governo c’è una revisione "per il 2015 e gli anni successivi delle indicizzazioni solo per le pensioni il cui ammontare è 6 volte il minimo", in un’ottica di solidarietà. Una sorta di Robin Hood tax, togliendo ai ricchi per dare ai poveri.

Sulla faccenda è intervenuto Angeletti, segretario UIL: "E’ positivo l’annuncio del ministro Giovannini di ripristinare la rivalutazione delle pensioni fino a 3000 euro. Bisogna, però, contemporaneamente reintrodurre una flessibilità all’età di accesso alla pensione, portare a compimento la salvaguardia reale di tutti gli esodati e realizzare la riforma della governance dell’Inps. Questi sono i temi urgenti da affrontare per ridare equità ed efficienza al nostro sistema previdenziale."

Giovannini ha, comunque, messo le mani avanti: "Controriforme non sono compatibili con i conti."

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur