Arriva la conferma dell’Inps, a luglio l’aumento delle pensioni minime

WhatsApp
Telegram

Arriveranno nel mese di luglio gli arretrati dell’aumento delle pensioni minime introdotti con l’ultima legge di Bilancio. Lo comunica l’Inps.

Si tratta dell’incremento riconosciuto ai titolari di pensioni di importo pari o inferiore al trattamento minimo per il periodo compreso tra il primo gennaio 2023 al 31 dicembre 2024, per contrastare gli effetti negativi delle tensioni inflazionistiche registrate e attese per gli anni 2022 e 2023.

L’incremento è pari a 1,5 punti percentuali per l’anno 2023, elevato al 6,4% per i pensionati di età superiore a 75 anni, e di 2,7 punti percentuali per il 2024 senza distinzione di età, con riferimento all’importo mensile lordo dei trattamenti pensionistici complessivamente spettanti al beneficiario, che deve risultare pari o inferiore all’importo del trattamento minimo Inps vigente.

Con il pagamento di luglio saranno corrisposti anche gli arretrati spettanti dal gennaio 2023 o dalla decorrenza della pensione, se successiva, e l’importo sarà evidenziato sul cedolino di dettaglio del pagamento con un’apposita voce.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri