Pensioni, 36.700 dal 1 settembre. Assegno già garantito per 17.000

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Dal 1 settembre 2018 l’assegno della pensione sarà garantito a 17.000 docenti e ATA su 36.700 aventi diritto. Sui restanti 19.700 in regola con tutti i requisiti a ritirarsi dal lavoro dal 1 settembre, il Miur sta lavorano per fare in modo che anche a loro possa arrivare l’assegno per tempo ed evitare che ciò avvenga in una data successiva. 

E’ quanto emerso dall’incontro l’incontro tra Miur, rappresentati INPS e i sindacati, in cui è stato illustrato lo stato dell’arte dei pensionamenti nella scuola per l’a.s. 2018/19.
Il numero dei pensionamenti nella scuola è cresciuto del 30% rispetto all’anno precedente. Al momento il numero totale, tra docenti e ATA, è di 36.700. A questi vanno aggiunti altri 4.580 casi rimasti in sospeso, perché  hanno ricevuto il diniego alla richiesta di pensionamento e quindi sarà necessario approfondire se effettivamente esistono tutti i requisiti.

Pagamento dal 1 settembre per 17.000

Come ha precisato il Miur con un comunicato, “I dipendenti della scuola con diritto a pensione già certificato con esito positivo sono, infatti, alla data di oggi, oltre 36.700. Di questi, sono oltre 17.000 coloro che, alla data odierna, hanno la pensione già liquidata con pagamento all’1 settembre 2018, a fronte delle circa 8.000 pensioni liquidate nello stesso periodo del 2017.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione