Pensioni: 31mila domande da docenti, 6mila in più rispetto allo scorso anno. I dati degli ultimi 10 anni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nella giornata di ieri, abbiamo fornito i numeri sulle domande di pensionamento presentate e sulle eventuali cattedre vacanti, qualora le domande venissero tutte accolte.

Avvio anno scolastico, 147mila cattedre vacanti. Concorsi copriranno posti vacanti?

Pensioni quota 100, 16.804 domande docenti e ATA. Tabella per provincia

Pensioni: 31mila istanze presentate

Le domande di pensionamento, o meglio di cessazione dal lavoro, presentate dai docenti con i requisiti ordinari e con quota 100, ammontano a 31mila, secondo i dati riportati da “Il Sole 24Ore”.

Le cattedre vacanti, qualora le domande di pensione venissero tutte accettate, sommandovi anche i posti liberi già da quest’anno, sarebbero circa 147mila, come abbiamo riferito, ragion per cui l’avvio dell’anno scolastico si prospetta non certo roseo e si prevedono ancora numerosissime supplenze.

Pensioni e cattedre libere: sistema reclutamento reggerà?

La copertura di tutte le cattedre libere non sarà impresa facile, sebbene il Ministro cerchi di tranquillizzare.

I motivi sono diversi, a partire dal fatto che molte GaE e graduatorie concorsuali sono vuote al Nord, proprio laddove si registra il maggior fabbisogno.

“Il Sole 24Ore” ha evidenziato che il sistema di reclutamento  presenta nodi strutturali dovuti al fatto che il fabbisogno di personale  è storicamente slegato da una reale programmazione, ragion per cui i vuoti di organico non sono dovuti soltanto ai pensionamenti.

Al riguardo, il suddetto quotidiano ha riportato i dati relativi alle cattedre vacanti e ai pensionamenti degli ultimi 10 anni:

Il prossimo anno scolastico, rispetto al 2018/19, i pensionamenti, secondo i dati sopra riportati, sarebbero 6mila in più per quanto riguarda il personale docente.

Pensioni quota 100, 16.804 domande docenti e ATA. Tabella per provincia

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione