Pensioni 2023, aumenti e trattenute: ecco cosa cambia a settembre. Il calendario dei pagamenti

WhatsApp
Telegram

A settembre diverse novità in tema di pensioni. Ecco un breve sguardo a ciò che cambierà nel prossimo mese.

In primo luogo, le pensioni saranno erogate seguendo il tradizionale ordine alfabetico, una prassi che non sorprende. Chi beneficia della pensione attraverso accredito sul proprio conto corrente non avrà bisogno di compiere alcuna azione; al contrario, chi preferisce il ritiro in contanti potrà recarsi presso gli uffici postali.

Un punto focale delle novità riguarda le trattenute. Queste includeranno addizionali comunali, sia in acconto che in saldo, addizionali regionali e, ovviamente, l’IRPEF. Ma non è tutto: chi ha scelto l’Inps come sostituto d’imposta vedrà l’accredito del 730, con i relativi rimborsi. Questo potrebbe significare un cedolino leggermente più corposo per alcuni pensionati.

Un’altra variazione significativa è rappresentata dall’aumento delle pensioni minime. A seguito del taglio del cuneo fiscale, le pensioni minime vedranno una rivalutazione e saranno portate a 600 euro. Questo aumento, pari al 6,4%, sarà applicato esclusivamente a chi ha raggiunto i 75 anni di età. Inoltre, chi non ha ancora ricevuto gli arretrati potrà contarci in questo mese.

Infine, è utile avere a portata di mano il calendario delle erogazioni:

  • Venerdì 1 settembre, cognomi da A a B;
  • Sabato 2 settembre (solo mattina), cognomi da C a D;
  • Lunedì 4 settembre, cognomi da E a K;
  • Martedì 5 settembre, cognomi da L a O;
  • Mercoledì 6 settembre, cognomi da P a R;
  • Giovedì 7 settembre, cognomi da S a Z.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri