Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensioni 2022: cambieranno anche senza riforma, ecco come

Stampa

Anche senza una riforma pensioni nel 2022 ci aspettano dei cambiamenti in ambito previdenziale, vediamo quali.

Con o senza riforma pensioni il sistema previdenziale italiano cambierà nel 2022. E anche se il governo sta valutando una possibile riforma che potrebbe introdurre una nuova misura di pensionamento che a partire dal 1 gennaio 2022 possa prendere il posto della quota 100 per evitare il famoso scalone che potrebbe venirsi a creare, vediamo quali potrebbero essere i cambiamenti cui assisteremo anche senza la riforma pensioni.

Pensioni 2022

Nonostante le ipotesi di riforma siano molteplici, al momento di concreto non c’è nulla visto che di definito sappiamo solo che dal 1 gennaio 2022 verrà meno la possibilità di potersi pensionare con la quota 100 che, appunto, dal 31 dicembre 2021 scade.

Senza riforma cosa cambia dal 1 gennaio 2022? Ovviamente il primo rilevante cambiamento è che non si potrà più accedere alla pensione a 62 anni grazie alla quota 100. Ma il 31 dicembre 2021 scade un’altra importante misura che, se non prorogata fa venire meno un altro anticipo pensionistico: parliamo dell’Ape sociale la cui proroga, appunto, scade a fine anno e senza un ulteriore rinnovo non permetterà nel 2022 il pensionamento con 63 anni e 30 o 36 anni di contributi.

Tornerebbe in vigore, dal prossimo 1 gennaio, la sola riforma Fornero con la pensione di vecchiaia a 67 anni e 20 anni di contributi e la pensione anticipata che richiede 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e un anno in meno per le donne.

Ovviamente rimarrebbe in vigore anche la quota 41 per lavoratori precoci con tutti i suoi paletti e le sue restrizioni e anche le pensioni contributive (di vecchiaia e anticipata).

Tutto questo aggiungendo gli adeguamenti all’aspettativa di vita ISTAT che ancora faranno aumentare l’età pensionabile (per pensione anticipata e quota 41, ricordiamo, che i requisiti restano bloccati fino al 31 dicembre 2026) di 3 mesi ogni biennio fino al 2026. Dal 2027 l’aumento, per tutte le misure, sarà di 2 mesi ogni biennio.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur