Pensioni 2016, se ne andranno in 30mila. Senza riforma Fornero sarebbero stati 60mila. PD promette modifiche, a partire dai Quota 96 del 2012

Stampa

Saranno poco più di 30mila i lavoratori della scuola (docenti, ATA, dirigenti) che lasceranno quest'anno il servizio, cui bisognerà aggiungere qualche migliaio di lavoratrici dell'opzione donna.

Saranno poco più di 30mila i lavoratori della scuola (docenti, ATA, dirigenti) che lasceranno quest'anno il servizio, cui bisognerà aggiungere qualche migliaio di lavoratrici dell'opzione donna.

Una cifra che, secondo stime non ufficiali, sarebbe potutto essere anche il doppio, quindi 60mila lavoratori in pensione dal 1 settembre 2016.

Per il prossimo anno sarebbero, almeno secondo quanto sostenuto da Renzi nella sua E-news, commentate da Cesare Daminano, presidente della Commissione lavoro alla Camera.

Una riforma della Legge Fornero è auspicata da più parti, a partire da quei Quota 96 del 2012 che sono stati costretti al servizio per una "svista".

Infatti, dopo la bocciatura nella Legge di Stabilità 2016 di un emendamento che avrebbe potuto risolvere la questione, il Senatore Morando ha promesso che sui Quota se ne parlerà più avanti, "Decideremo nei prossimi mesi", ha spiegato, "Si tratta infatti di una scelta politica".

Il nostro speciale sulle pensioni 2016 con la guida

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur