Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione supplementare e nuova tassazione: conviene?

Stampa

Scegliere una pensione supplementare può comportare una tassazione maggiore per il pensionato?

La pensione supplementare comporta una tassazione diversa rispetto a quella che sarebbe derivata da una pensione unica ricongiunta? Cerchiamo di chiarire i dubbi di una nostra lettrice che ci scrive:

Ex dipendente Asl di Taranto, in pensione da gennaio 2021, mi viene proposto di scegliere di accettare o la pensione supplementare o una ricongiunzione onerosa di un anno pagando 760 euro. Siccome come risultato era uguale ho scelto la pensione supplementare,
aggiungendo così circa 27 euro alla mia pensione di 1423 (totale 1.450 euro).
Adesso mi viene comunicato che la tassazione e’ stata rielaborata perché titolare di più trattamenti pensionistici riducendo il tutto a 1375 euro.
Dove ho sbagliato, cosa fare adesso, consigliatomi voi.
Grazie, un saluto.

Pensione supplementare e tassazione

Non ha sbagliato assolutamente nulla e le vado a spiegare il perchè. La pensione è soggetta a tassazione IRPEF come tutti gli altri redditi da lavoro e assimilati e l’IRPEF si paga in base al reddito totale accumulato in base all’applicazione di aliquote progressive.

Con la pensione supplementare lei ha aumentato di 351 euro annui (27 euro per 13 mensilità) il reddito da pensione che percepisce, ma lo avrebbe aumentato, come scrive anche lei, dello stesso importo anche ricongiungendo la pensione.

L’unica differenza è che con la ricongiunzione avrebbe pagato l’IRPEF tutto su una sola pensione, nel caso della pensione supplementare lo paga sulla somma dei redditi delle due pensioni, ma la tassazione dovuta resta la stessa.

Il ricalcolo di cui le hanno accennato è dovuto al fatto di calcolare la tassazione su due trattamenti ma il risultato finale è sempre lo stesso poichè è lo stesso il reddito annuale su cui calcolare l’imposta. E tra l’altro la pensione supplementare, nel suo caso, non comporta neanche il passaggio allo scaglione reddituale successivo e, quindi, non comporta una tassazione maggiore.

Molto probabilmente l’importo che le hanno comunicato inizialmente è lordo, e quello che si trova a percepire oggi, invece, è l’importo netto della pensione. Ma a mio avviso non ha sbagliato assolutamente nulla.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur