Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione RITA: può essere chiesta insieme alla quota 100 o all’anticipata ordinaria?

Stampa
pensione

Per chi accede all RITA è possibile chiedere la pensione anticipata o la quota 100?

Per chi sceglie di aderire alla RITA è possibile richiedere anche la pensione quota 100 o l’anticipata ordinaria? Scopriamolo rispondendo al quesito di un lettore in proposito:

Sono iscritto ad un fondo pensione dal 1993, ho maturato un capitale di circa euro 200.000.
Posso decidere di andare in pensione quota 100 entro il 2021 oppure con l’anticipata nel 2023, inoltre compio 67 anni nel 2026.
Avrei piacere ad usufruire della RITA per motivi fiscali.
Domanda:
Che possibilità c’è che la RITA venga stravolta nei sui vantaggi fiscali dopo il 2021?
Posso usufruirne anche se aderisco alla pensione anticipata dal 2023?

Pensione RITA

La RITA è una misura strutturale che, tra l’altro, non incide sulle uscite delle casse dello Stato. Proprio per questo motivo appare improbabile che possa essere stravolta qualsiasi agevolazione fiscale prevista per chi aderisce alla misura.

In ogni caso, essendo iscritto al fondo pensione dal 1993, si accerti che lo stesso permetta l’accesso alla RITA perchè alla misura si può accedere solo con adesione e piani individuali pensionistici o fondi pensione. Per quel che riguarda, invece, i fondi preesistenti, istituiti prima del 1993, il regime di prestazione definitiva l’accesso non è consentito. Proprio per questo, prima di prendere qualsiasi decisioni consulti il suo fondo pensione.

La RITA può essere richiesta anche in cumulo con altre prestazioni come la quota 100 o l’anticipata ordinaria (e con tutte le altre forme di pensionamento previste dal nostro ordinamento).

Se lo desidera, quindi, potrebbe accedere alla quota 100 fin da subito chiedendo al tempo stesso anche la RITA o attendere il 2023 per la pensione anticipata ordinaria percependo, lo stesso, anche la RITA.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Il nuovo modello di PEI, Eurosofia avvia un nuovo percorso formativo. Primo incontro il 28 aprile