Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione quota 103: spettano arretrati per la finestra mobile?

WhatsApp
Telegram

Per i mesi di finestra di attesa della quota 103 non spettano arretrati, anche se si decide di non lavorare.

Entra ufficialmente in vigore il 1 gennaio 2023 la pensione quota 103, anche se i primi pensionati con questa misura ci saranno solo ad aprile per il settore privato e a luglio per quello pubblico a causa delle finestre di attesa di 3 e 6 mesi. Rispondiamo alla domanda di un nostro lettore che ci scrive:

Salve sono un dipendente di P.A. in servizio ininterrottamente dal 27.10.1981 quindi ho già 41 anni di contribuzione.
Attendo il 24 agosto 2023 per completare quota 103 compiendo i 62 anni, quindi a questa data avrò 41 anni, 10 mesi e 62 anni.
Alla luce di quanto sopra e leggendo il testo della manovra 2023 vorrei sapere, non lavorando dal 25.08.2023 il cosiddetto periodo delle “finestre mobili”, al termine dei sei mesi riceverò anche i ratei di pensione da settembre 2023? grazie 

Quota 103 e finestra di attesa di 6 mesi

Per i dipendenti della Pubblica amministrazione la Quota 103 prevede una finestra di attesa di 6 mesi dal raggiungimento di entrambi i requisiti di accesso, quello anagrafico e quello contributivo. (RIcordiamo che per i dipendenti pubblici è obbligatorio anche un preavviso di 6 mesi per le dimissioni alla propria amministrazione).

La finestra in questione, quindi, porta la decorrenza della pensione a slittare di 6 mesi dal raggiungimento dei requisiti. Il diritto al primo pagamento, quindi, si acquisisce solo una volta trascorsa la finestra in questione, che per i dipendenti pubblici è di 6 mesi.

Si può decidere di lavorare o no durante i 6 mesi di finestra. Non è obbligatorio, infatti, proseguire l’attività lavorativa una volta raggiunti i requisiti di accesso. Ma la pensione decorre solo dopo 6 mesi e non spettano arretrati per i mesi di finestra. Nel periodo di finestra la pensione non spetta sia che si decida di lavorare sia che si decida di trascorrerla senza lavorare. Se, quindi, smette di lavorare ad agosto, percepirà il primo rateo di pensione solo trascorsi 6 mesi dal raggiungimento dei requisiti di accesso e senza diritto agli arretrati. Perchè i requisiti per  accedere alla pensione comprendono anche i mesi di attesa previsti dalla finestra.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso per dirigenti scolastici, è in Gazzetta Ufficiale: preparati per le prove selettive. Il corso con 285 ore di lezione e migliaia di quiz per la preselettiva. A partire da 299 euro