Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione quota 102: le istruzioni INPS su requisiti e domanda

WhatsApp
Telegram

Al via le domande per quota 102, ecco le istruzioni dell’INPS per compilare la domanda e per i requisiti richiesti.

Al via la pensione con la quota 102 dal 1 gennaio 2022. Dall’inizio dell’anno sarà, infatti, possibile pensionarsi al raggiungimento dei 64 anni per chi ha maturato almeno 38 anni di contributi. Questa la grande novità, in ambito previdenziale, introdotta dalla legge di Bilancio 2022 che rappresenta una sorta di misura ponte che traghetterà i lavoratori verso un nuovo regime pensionistico che dovrebbe arrivare con la riforma del 2023.

Pensione quota 102

Si tratta di una misura che permetterà, solo per il 2022, di raggiungere i requisiti di accesso di 64 anni e di 38 anni di contributi. L’INPS ha già provveduto a pubblicare le indicazioni su quali sono i requisiti necessari e come presentare domanda. E’ possibile, infatti, presentare domanda di pensione con questa misura dallo scorso 7 gennaio.

La domanda di pensione, come accade anche per altre misure, può essere presentata solo in modalità telematica, in autonomia attraverso il sito dell’INPS o avvalendosi dell’ausilio di patronati e del contact center dell’istituto.

Per chi decide di provvedere in autonomia perchè in possesso delle credenziali di accesso al sito dell’INPS accedendo alla sezione “Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, ECOCERT, APE Sociale e Beneficio precoci”. Per procedere bisogna scegliere l’opzione “nuova prestazione pensionistica” e di seguito “Anzianità/Anticipata/Vecchiaia”. Nella schermata successiva si dovrà scegliere  “Pensione di anzianità/anticipata” e di seguito “Requisito quota 102”.

A questo punto sarà necessario selezionare il Fondo di appartenenza e la Gestione di liquidazione della pensione. Proprio a tal riguardo, l’INPS chiarisce che potranno presentare domanda in cumulo dei periodi di contributi per il diritto alla quota 102 i lavoratori iscritti alle Gestioni private, alla Gestione pubblica, Alla Gestione spettacolo e sport. Al regime di cumulo, in ogni caso, è precluso l’utilizzo per i contributi versati presso le gestioni di previdenza dei liberi professionisti.

Quali sono le gestioni che consentono di sommare gratuitamente i contributi in essere presenti? Assicurazione generale obbligatoria Inps; forme esclusive e sostitutive dell’Assicurazione generale obbligatoria; Gestione separata.

Così come previsto per la quota 100, i 38 anni di contributi richiesti per accedere alla quota 102 devono essere maturati con almeno 35 anni conteggiati al netto di contributi figurativi per disoccupazione indennizzata, malattia e infortunio che non siano stati integrati dal datore di lavoro.

Sempre come per la quota 100 resta in vigore la finestra di attesa per la decorrenza del pagamento del primo assegno di pensione: finestra di 3 mesi per lavoratori del settore privato e di 6 mesi per quelli del pubblico impiego. Restano esclusi dalle finestre i lavoratori del comparto scuola che devono rispettare una finestra di uscita annuale fissata, sempre, il 1 settembre di ogni anno.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso ordinario secondaria, EUROSOFIA: Il 3 febbraio non perderti il webinar gratuito a cura della Prof.ssa Maria Grazia Corrao