Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione quota 102 e 104: i sindacati non sono d’accordo e neanche Salvini

WhatsApp
Telegram

I sindacati e Salvini si scagliano contro la quota 102 e 104 in sostituzione della quota 100.

Mario Draghi ha detto chiaramente che la quota 100 non gli piace e che la pensione a 62 anni con 38 anni di contributi non verrà rinnovata. Allo stesso tempo il premier sembra prevedere di buon grado un superamento graduale della quota 100 introducendo il prossimo anno una quota 102 e quello successivo una quota 104.

Quota 102 inutile

Uno studio della CGIL, però, segnala l’inutilità di introdurre una quota 102 perchè permetterebbe solo 10mila uscite anticipate. A tal proposito, tra l’altro, il ministro del lavoro Andrea Orlando ammette che pur essendo la quota 100 una risposta sbagliata, serve in ogni caso una soluzione che consideri, tra l’altro, anche le vite lavorative.

A ritenere inaccettabile la quota 102 e 104 è anche il leader della Lega, Matteo Salvini, che sottolinea “A me non interessa la forma ma la sostanza, ho scritto al presidente Draghi. Sono a disposizione per incontrarlo quando vuole. Sarebbe un errore rifinanziare il reddito di cittadinanza e tagliare le pensioni. Intervenire a gamba tesa sulle pensioni non mi sembra il modo migliore per fare rialzare il Paese anche perché ricordo che Quota 100 ha dato lavoro a centinaia di migliaia di giovani”.

Ma questo dato, sicuramente, non coincide con quelli reali: la quota 100 si è rivelata anche inutile sul fronte assunzioni visto che alla sua introduzione si erano prospettate 3 assunzioni per ogni pensionamento ed in realta, in base a quello che riportano i dati ISTAT, per ogni pensionamento ci sono state 0,4 assunzioni (circa 3 pensionamenti per un’assunzione, quindi).

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito