Pensione quota 100 scuola: finestre 2019 e ripensamenti

di Lucrezia Di Dio

item-thumbnail

Se non si è presentata domanda di cessazione dal servizio è possibile accedere alla quota 100 e se si è presentata è possibile ripensarci?

  1. Buonasera, ho maturato quota cento il 31/12/2018, come personale Ata, non ho presentato la domanda di pensione il 28/02/2019 per un disguido tra me il Caf, cortesemente vorrei sapere quando sarà le seconda finestra senza dover rimetterci quota stipendio o rata pensione Grazie.
  2. Sono un’insegnante di Scuola secondaria di I Grado,  nata il 29/091953, con 38 anni di contribuzione,  che ha presentato domanda di pensione fruendo della Legge quota 100. Desidererei sapere se, in caso di ripensamento, sono ancora in tempo per  ritirare la domanda di dimissioni,  se è sì  entro quando ?Grazie

Quali finestre di pensionamento con quota 100 e quali ripensamenti?

  1. Purtroppo, come è stato spesso detto, nella scuola esiste una sola finestra l’anno per accedere alla pensione: il 1 settembre. Per chi non ha presentato domanda di cessazione dal servizio entro il 12 dicembre 2018 o entro la data straordinaria del 28 febbraio 2019, non vi è possibilità di accedere alla pensione con quota 100 il 1 settembre 2019 e la pensione dovrà essere rimandata di 1 anno. Dovrà essere presentata domanda di cessazione dal servizio entro dicembre 2019 per poter accedere al pensionamento il 1 settembre 2020, questa è l’unica strada. Non ci sono seconde finestre nel comparto scuola, ma solo una finestra annuale.
  2. Non esiste una data entro la quale ritirare la domanda di dimissioni: la data ultima di presentazioni e di, eventuale, ripensamento era il 28 febbraio 2019.
Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: