Pensione quota 100 scuola con requisiti entro dicembre: ecco quando in pensione

di Lucrezia Di Dio

item-thumbnail

Pensione quota 100 nella scuola: se i requisiti d’accesso sono stati maturati entro il 31 dicembre la pensione spetta al 1 settembre dell’anno stesso. A stabilirlo il decreto 4/2019.

Gentili esperti, 

sono una docente di scuola secondaria di primo grado, nata il 21-12-1958,.  con 39 anni di contributi versati a tutt’oggi

Volendo usufruire di quota 100, quale è la data fatidica della mia pensione? l’1-9-2020, visto che  compio 62 anni il 21-12-2020, oppure l’anno successivo?

Ringrazio della risposta che porrebbe fine alla disputa tra patronato e dgsa della mia scuola

Saluti

A rispondere alla disputa tra patronato e DSGA non siamo noi, ma quanto riportato dal DL 4/2019 il quale stabilisce quanto segue per quanto riguarda il pensionamento con la quota 100 :

“Ai fini del conseguimento della “pensione quota 100” per il personale del comparto scuola ed AFAM si applicano le disposizioni di cui all’articolo 59, comma 9, della legge 27 dicembre 1997, n. 449. In sede di prima applicazione, entro il 28 febbraio 2019, il relativo personale a tempo indeterminato può presentare domanda di cessazione dal servizio con effetti dall’inizio rispettivamente dell’anno scolastico o accademico.”

L’articolo 59 della legge 449 del 1997, al comma 9, poi, specifica quanto segue: “”Per il personale del comparto scuola resta fermo, ai fini dell’accesso al trattamento pensionistico, che la cessazione dal servizio ha effetto dalla data di inizio dell’anno scolastico e accademico, con decorrenza dalla stessa data del relativo trattamento economico nel caso di prevista maturazione del requisito entro il 31 dicembre dell’anno.”.

Di conseguenza se matura i requisiti entro il 31 dicembre del 2020 può accedere alla pensione, dietro presentazione di domanda, il 1 settembre dell’anno stesso. Faccia leggere sia il DL 4/2019 che l’articolo 50 comma 9 della legge 449 al patronato e al DSGA. Forse si metteranno d’accordo.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: