Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione quota 100: nei 38 anni si contano contributi figurativi per maternità?

Stampa

Quali contributi sono utili al raggiungimento dei 38 anni necessari per l’accesso alla quota 100?

Desidero un chiarimento: nei 38 anni necessari per andare in pensione con Quota 100 è computabile un periodo di astensione obbligatoria per maternità, al di fuori del rapporto di lavoro, per il quale si è stati pagati all’ 80% e risultano versati i contributi INPS?

I contributi utili al raggiungimento dei 38 anni necessari per l’accesso alla quota 100 sono tutti quelli accreditati a qualsiasi titolo, siano essi contributi obbligatori, da riscatto, figurativi o volontari.

L’unico limite imposto dalla normativa che regola la quota 100 è che almeno 35 anni, dei 38 richiesti, siano raggiunti senza computare i contributi figurativi derivanti dalla malattia e dalla disoccupazione indennizzata.

Nella circolare INPS numero 11 del 2019, infatti, l’INPS specifica che: “Ai fini del perfezionamento del requisito contributivo è valutabile la contribuzione a qualsiasi titolo versata o accreditata in favore dell’assicurato, fermo restando il contestuale perfezionamento del requisito di 35 anni di contribuzione utile per il diritto alla pensione di anzianità, ove richiesto dalla gestione a carico della quale è liquidato il trattamento pensionistico”.

Il requisito di 35 anni di contribuzione utile per il diritto alla pensione di anzianità, infine, deve essere raggiunto senza considerate i contributi figurativi derivanti da disoccupazione indennizzata e malattia.

Pertanto i contributi figurativi riferiti alla maternità non solo concorrono al raggiungimento dei 38 anni necessari all’accesso alla quota 100 ma anche ai 35 anni utili alla pensione di anzianità, requisito da rispettare anche nella quota 100.

Stampa
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese