Pensione Quota 100, la domanda entro il 12 dicembre 2018?

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Pensione Quota 100, la domanda entro il 12 dicembre 2018? Si può fare la domanda anche se la misura non è ancora in atto? Le ultime novità.

Buongiorno, sono un’insegnante di 63 anni, con un servizio di 40 . Avevo chiesto informazioni riguardo alla domanda di pensione con quota 100 e mi era stato detto, da fonti sindacali, che non avrei potuto fare domanda finchè non fosse stata approvata la legge. Ora però, con l’avvicinarsi della scadenza del 12 dicembre per le domande di pensione, ho sentito che qualcuno presenta ugualmente la domanda, pur non essendoci ancora la legge, facendo affidamento sulla possibilità di ritirarla in caso di mancata approvazione. Vorrei sapere se questa procedura è possibile. Ringrazio per la cortese risposta. 

Presentazione delle istanze entro il 12 dicembre 2018

Le istanze che dovranno essere presentate tassativamente entro il 12 dicembre 2018, sono le seguenti:

  • cessazione dal servizio per accedere al trattamento pensionistico;
  • trattenimento in servizio oltre il limite di età ai fini della maturazione del requisito minimo di anzianità
  • contributiva o per la partecipazione ai riconosciuti progetti didattici internazionali
  • trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale con contestuale attribuzione del trattamento di pensione (D.M. n. 331/97);
  • revoca delle suddette domande, se già presentate.

Il personale che compie 65 anni di età entro il 31.08.2019 verrà collocato a riposo d’ufficio qualora abbia conseguito, a qualsiasi titolo, i requisiti per il diritto a pensione.

Pensione di vecchiaia

Dal 1° settembre 2019 la pensione di vecchiaia sarà liquidata al personale in possesso di almeno 20 anni di contributi e 67 anni di età compiuti entro il 31.12.2019.

Pensione anticipata

Dal 1° settembre 2019, la pensione anticipata può essere conseguita a domanda se, entro il 31 dicembre 2019, risulta maturato il requisito contributivo di almeno 42 anni e 3 mesi, per le donne, e 43 anni e 3 mesi per gli uomini. Per i soggetti con almeno 18 anni di contributi al 31 dicembre 12.1995, l’importo della pensione, calcolato con la quota contributiva dal 2012, non può essere superiore a quello determinato con solo il metodo retributivo.

Regime sperimentale  “OPZIONE DONNA”

L’Opzione donna, anche per le lavoratrici nate nell’ultimo trimestre del 1958 precedentemente escluse per effetto dell’incremento delle aspettative di vita. Quindi, possono andare in pensione dal  1° settembre 2019 le lavoratrici che hanno maturato entro il 31.12.2015
almeno 57 anni di età e i 35 anni di anzianità contributiva. Il calcolo dell’assegno è effettuato con il metodo contributivo.

Pensione anticipata Quota 41 per lavoratori precoci

Possono accedere alla pensione anticipata i lavoratori che hanno lavorato almeno 12 mesi di lavoro effettivo, prima dei 19 anni di età, e hanno maturato un requisiti contributivo di:

  • 41 anni di contribuzione entro il 31.12.2018
  • 41 anni e 5 mesi entro il 31.12.2019.

I lavoratori, devono essere in  possesso della prevista certificazione rilasciata dall’INPS di appartenenza ad una delle categorie di tutela di seguito elencate:

  • svolgimento di assistenza, da almeno 6 mesi al momento della domanda di pensione, in favore del coniuge o di un parente di primo grado o di un parente o un affine di secondo grado (a determinate condizioni), convivente, con handicap in situazione di gravità;
  • riconoscimento di un’invalidità civile da parte delle competenti commissioni pari o superiore al 74%;
  •  svolgimento al momento del pensionamento, per almeno 6 anni negli ultimi 7 ovvero 7 anni negli ultimi 10 l’attività di insegnanti della scuola dell’infanzia e educatori degli asili nido.

Altre misure come: Ape Volontaria e Rendita Integrativa Temporanea Anticipata (RITA)

Pensione di vecchiaia con il sistema contributivo

Il personale con prima contribuzione accreditata dal 1° gennaio 1996 può accedere alla pensione di vecchiaia dal 1° settembre 2019 se risulta in possesso dei seguenti requisiti minimi:

  • 67 anni di età, minimo 20 anni di contributi, importo di pensione non inferiore a 1,5 volte l’importo dell’Assegno Sociale;
  • 71 anni di età e un minimo di  5 anni effettivi.

Ulteriore pensione anticipata nel sistema contributivo

Questa deroga è riservata al personale con prima contribuzione accreditata dal 1° gennaio 199, si potrà accedere alla pensione anticipata dal 1° settembre 2019 se risulta in possesso dei seguenti requisiti al 31 dicembre 2019:

  • 64 anni di età, 20 ani di contributi effettivi, importo dell’assegno non inferiore a 2,8 volte l’importo dell’assegno sociale.

Conclusione

Abbiamo illustrato tutte le misure a cui si può aderire con l’istanza da presentare entro il 12 dicembre 2018. La Quota 100 al momento è ancora allo studio, i requisiti richiesti sono 62 anni di età e 38 anni di contributi. Non è possibile presentare istanza per questa misura. Le fonti sindacali, le hanno detto un’informazione giusta.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: