Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione quota 100 e quota 102: quando si deve presentare modello AP140 e AP139?

WhatsApp
Telegram

Quando il titolare di pensione quota 100 o quota 102 deve presentare all’INPS il modello AP139?

I lavoratori che si pensionano con la quota 100 e 102 hanno il divieto di cumulare redditi da lavoro con quelli da pensione fino al raggiungimento dei 67 anni. Fanno eccezioni i soli redditi da lavoro autonomo occasionale nel limite di 5000 euro l’anno. Rispondiamo alla domanda di un nostro lettore che ci scrive:

Buon giorno Dottoressa,
sono un pensionato “quota 100” dal giorno 01/09/2020.All’atto della compilazione della domanda di pensione ho allegato il modello AP 140 come prescritto al momento  e mi è stato comunicato che non sarà necessario presentarlo ogni anno.  
Dovrò anche presentare il mod.AP 139 ed in quali casi bisognerà presentarlo?
Faccio presente che non svolgo alcuna  attività lavorativa di nessun genere.
Grazie per la risposta.
Cordialmente.

Pensione quota 100 e modello AP139 e AP140

Le istruzioni riguardo ai modelli in oggetto sono fornite dall’INPS nel messaggio 54 del 2019.

Il modello AP140 deve essere compilato dal pensionato al momento della presentazione della domanda di pensione. Con esso dichiara i redditi che potrebbero essere erogati successivamente alla decorrenza della pensione ma riferiti all’anno stesso.  Con questo modello il futuro pensionati deve indicare:

·         Dichiarazione di assenza di redditi da lavoro;

·         Dichiarazione dei  redditi da lavoro incumulabili percepiti dopo la decorrenza della pensione per rapporto di lavoro svolto sempre dopo il pensionamento;

·         Dichiarazione di redditi da lavoro cumulabili svolti precedentemente la decorrenza della pensione;

·         Dichiarazione redditi da lavoro cumulabili non rilevanti ai fini di cui trattasi per espresse deroghe normative.

Questo modello, quindi, va compilato solo al momento della presentazione della domanda di pensione.

Per quanto riguarda, invece, il modello AP139 si tratta di una dichiarazione reddituale da utilizzare solo quando si è già titolari della pensione quota 100. Deve essere utilizzato solo ed esclusivamente quando si percepiscono redditi cumulabili o incumulabili con la quota 100. Nel messaggio l’INPS chiarisce che “he coloro i quali sono già titolari di pensione Quota 100 devono dichiarare l’assenza di redditi solo nel caso in cui nell’anno precedente sono stati percepiti redditi incumulabili che hanno dato luogo alla sospensione della pensione; la dichiarazione di assenza di redditi consentirà di richiedere la riattivazione dei pagamenti. Negli altri casi, i pensionati che, durante il periodo compreso tra la decorrenza della pensione e il compimento dell’età prevista per accedere alla pensione di vecchiaia, non prevedono di percepire/non hanno percepito redditi da lavoro non devono presentare alcuna dichiarazione reddituale all’Istituto.”.

Nel suo caso se dal momento del pensionamento non ha mai percepito redditi e pensa di non percepirne, oltre ovviamente alla pensione quota 100, non deve presentare il modello AP139 perchè, come chiarisce l’INPS “ il pensionato che ha già dichiarato nella domanda di pensione Quota 100 l’assenza di redditi per l’anno 2019, in caso di invariabilità della situazione reddituale per l’anno 2020 (assenza di percezione dei redditi incumulabili e/o cumulabili di cui ai punti a) e b) del precedente paragrafo 2.1), non dovrà effettuare nuovamente la dichiarazione per l’anno 2020.”.

 

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur