Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione quota 100 è compatibile con collaborazione sportiva?

WhatsApp
Telegram

La collaborazione sportiva può essere cumulata con la quota 100 senza correre il rischio che la pensione sia sospesa?

La questione del divieto di cumulo dei redditi da lavoro con i redditi da pensione per quanto concerne la quota 100 è abbastanza delicata. Sbagliando interpretazione della norma o sbagliando inquadramento di collaborazione/lavoro occasionale si rischia, infatti, non solo di vedersi sospendere la pensione ma anche di dover restituire quella percepita dall’inizio dell’anno in cui si effettua una attività non espressamente cumulabile.

Rispondiamo ad un nostro lettore che ci chiede: Vorrei sapere se con quota 100 posso fare il collaboratore sportivo ?

Quota 100 e collaborazione sportiva

E’ bene sottolineare che bisogno capire prima di tutto che tipo di collaborazione sportiva si intende. Le informazioni che riporto di seguito sono riferite all’eventuale collaborazione con una Associazione Sportiva Dilettantistica, ovvero una associazione sportiva che non ha scopo di lucro.

La collaborazione sportiva con una associazione dilettantistica, infatti, non rientra nel lavoro occasionale ma neanche lavoro dipendente.  Nella normativa che regola la quota 100 e nelle successive circolari esplicative dell’INPS, ad ogni modo, sono riportate le attività che producono reddito cumulabile o non cumulabile con la quota 100 e nessun riferimento viene fatto per la collaborazione sportiva dilettantistica.

Ma quello che deve essere considerato è che questo tipo di collaborazione, entro la cifra di 10mila euro l’anno, oltre ad essere pienamente compatibile con la Naspi è anche esente da tassazione (non rientra nel reddito complessivo). Tali redditi, di fatto, non rientrano nella dichiarazione reddituale, nè in quelli da lavoro dipendente nè in quelli da lavoro autonomo ma devono essere indicati come “altri redditi”.

La quota 100 è incompatibile con i redditi derivanti da attività lavorativa dipendente o autonoma, ma anche con redditi derivanti da attività autonoma occasionale per cifre superiori ai 5mila euro l’anno.

Proprio per questi motivi si ritiene che la quota 100 possa essere cumulata con redditi derivanti dalla collaborazione sportiva con associazione dilettantistica ma nonostante questo consigliamo di chiedere conferma al proprio commercialista prima di intraprendere tale collaborazione poichè il rischio che si corre, come specificato in apertura, non è solo la sospensione della pensione ma anche il recupero dei ratei già versati nell’anno solare di riferimento.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO