Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione quota 100 con riscatto laurea, attenzione al pagamento dell’onere

Il riscatto degli anni di studio per l’ottenimento della Laurea diventa effettivo solo a pagamento dell’onere avvenuto.

Buongiorno, sono un’insegnante di scuola secondaria di II grado, insegno in un Istituto Professionale, vorrei sottoporvi un quesito circa la mia possibilità di pensionarmi con quota 100:

Premetto che ho 63 anni compiuti a luglio di quest’anno 2020 e, da cedolino stipendiale, 33 anni di servizio essendo nella fascia (scalone) 28 – 35. Al primo gennaio 2021, gli anni di servizio saranno ufficialmente 34.

Al tempo in cui fui immessa in ruolo, produssi tutta la documentazione anche per il riscatto dei 4 anni universitari (conservo gelosamente i protocolli d’ufficio), dei quali, non ho saputo più niente, vista la reticenza da parte dell’Ufficio preposto, a darmi informazioni in tal senso.

Domanda: entro il 31 dicembre 2021 posso produrre domanda di pensionamento, visto che gli anni di servizio saranno 34+4 di riscatto universitario e avrò compiuto il 31 luglio del 2021 64 anni?

Vi ringrazio per la risposta, della quale vorrei una copia nella mia mail e vi autorizzo sin d’ora alla pubblicazione sui social, con il solo nome Maria.

Senza alcun dubbio potrebbe accedere al pensionamento a partire dal 1 settembre 2022 ma solo se il riscatto degli anni di studio va a buon fine. Purtroppo per vedersi accreditare gli anni relativi al riscatto deve procedere al pagamento del relativo onere.

Se dopo la presentazione della documentazione prodotta, però , l’ufficio preposto non le ha fatto sapere più nulla, se fossi nei suoi panni solleciterei l’INPS al riguardo proponendo i numeri di protocollo in suo possesso per fare in modo che le venga comunicato l’onere da sborsare e in modo anche di avere il tempo di pagare ratealmente nel poco tempo che la separa dalla pensione.

In ogni caso le sconsiglio di produrre nuova domanda (che sarebbe svantaggiosa ai fini economici) ma di insistere sulla vecchia, presentata anni e anni fa. Potrà essere sicura dell’accreditamento dei contributi derivanti dal riscatto, infatti, solo ad onere sostenuto ed anche in caso di rateizzazione della spesa nel momento che accede alla pensione sarà chiamata a versare tutto il debito residuo in un’unica soluzione.

Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia