Pensione quota 100, con quale percentuale di penalizzazione

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Pensione quota 100, l’assegno pensionistico quale penalizzazioni subisce? Analizziamo cosa prevede la normativa vigente.

Buongiorno.nessun patronato né  l’Inps sa rispondere a questa semplice domanda ossia: c’è  o non c’è  una penalizzazione dell’assegno e se si in quale percentuale? Sono una docente con un regolare percorso in ruolo ordinario. Grazie

La Quota 100 non prevede ricalcoli o tagli di percentuali sull’assegno pensionistico, la riduzione è collegata esclusivamente all’anticipo pensionistico, che comporta minori contributi versati, con l’applicazione di coefficienti all’età e minori rivalutazioni dei redditi e dei contributi.

In molti ci chiedono con la quota 100 quanto si perde? A questa domanda non esiste una risposta unica, molto dipende con quale misura ci si confronta (anticipata o vecchiaia) e dall’effettivo anticipo rispetto al pensionamento. Inoltre, un dato determinante è la carriera lavorativa personale.

Ricordiamo che i requisiti della pensione anticipata quota 100 sono 62 anni di età e 38 anni di contributi. Per la pensione anticipata sono richiesti 42 e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 e 10 mesi per le donne. Per la pensione di vecchiaia sono richiesti 67 anni di età e un minimo di 20 anni di contributi.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: