Pensione quota 100, anticipata e opzione donna: al via le domande. Termini e modalità

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Al via, da oggi, la presentazione delle domande di cassazione dal servizio per accedere alla pensione con quota 100, opzione donna e anticipata.

Vediamo sino a quando è possibile presentare domanda, le modalità di presentazione e cosa fare per accedere alla pensione.

Pensione quota 100, anticipata e opzione donna: tempistica e modalità domande cessazione

Le istanze di cessazione vanno presentate, tramite Istanze Online, dal 4 al 28 febbraio 2019:

  • i Dirigenti Scolastici, il personale docente, educativo ed A.T.A. di ruolo, ivi compresi gli insegnanti di religione utilizzano, esclusivamente, la procedura web POLIS “istanze on line”, relativa alle domande di cessazione. Al personale in servizio all’estero è consentito presentare l’istanza anche con modalità cartacea;
  • il personale delle province di Trento, Bolzano ed Aosta, presenta le domande in formato cartaceo direttamente alla sede scolastica di servizio/titolarità, che provvederà ad inoltrarle ai competenti Uffici territoriali

Qui una scheda per immagini per la presentazione dell’istanza

Pensione quota 100, anticipata e opzione donna: domanda pensione

Per accedere alla pensione, oltre alla domanda di cessazione, gli interessati a quota 100, opzione donna e anticipata devono presentare all’Inps la domanda di pensione, secondo una delle seguenti modalità:

  • online accedendo al sito dell’Istituto, previa registrazione;
  • tramite Contact Center Integrato (n. 803164);
  • in modalità telematica  attraverso l’assistenza gratuita del Patronato.

Pensione quota 100, anticipata e opzione donna: sintesi requisiti

Riportiamo una tabella di sintesi con i requisiti previsti per accedere a una delle succitate forme di pensione anticipata:

Pensioni, circolare Miur per Quota 100: domande dal 4 al 28 febbraio. Le info utili

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione