Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione precoci dopo Naspi, come fare se mancano contributi

Per raggiungere i 41 anni di contributi si possono versare anche i contributi volontari per accedere alla quota 41, importante è essere in possesso di tutti i requisiti richiesti.

Sono un lavoratore precoce a seguito  di licenziamento collettivo  finisco la naspi a giugno 2020 mi mancano 5 mesi per arrivare ai 41 si possono versare i contributi volontari?e fare la domanda di pensione? grazie.

Per i lavoratori precoci disoccupati i requisiti di accesso alla pensione con la quota 41 sono:

  • almeno 41 anni di contributi maturati
  • almeno 12 mesi di contributi versati prima del compimento dei 19 anni
  • essere in stato di disoccupazione a seguito di licenziamento (anche collettivo) e avere finito di fruire la Naspi da almeno 3 mesi.

Può certamente richiedere l’autorizzazione al versamento dei contributi volontari per versare i 5 mesi di contributi mancanti al raggiungimento dei 41 anni richiesti per l’accesso. In ogni caso, raggiunto il requisito dei 41 anni di contributi, anche versando i contributi volontari, la decorrenza del trattamento pensionistico scatterà 3 mesi dopo.

 

Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Segui il nuovo ciclo formativo Eurosofia: “Educazione civica, cittadinanza attiva e cultura della sostenibilità a scuola”