Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione: posso raggiungere i 35 anni di contributi versando i volontari?

WhatsApp
Telegram

Non sempre i contributi volontari possono essere usati per perfezionare il requisito contributivo, soprattutto se si lavora.

Molte volte per centrare una tipologia di pensionamento non solo è richiesto di raggiungere un certo numero di anni di contributi, ma è necessario che gli stessi siano perfezionati entro una data ben precisa (come accade per chi deve accedere alla quota 100 o all’opzione donna). Proprio per questo non sempre la scelta di versare i volontari è quella vincente.

Rispondiamo ad una nostra lettrice che ci scrive:

Buongiorno,  ho 58 anni donna e mi mancano 3 mesi di contributi per raggiungere i 35 per opzione donna. Posso versarli volontariamente? E se si in quanto tempo? Grazie di tutto.

Pensione opzione donna

I contributi volontari possono essere versati solo per un periodo scoperto da contribuzione obbligatoria. E gli stessi possono essere versati trimestre per trimestre. Sole nel caso che al momento della richiesta il semestre precedente risulti scoperto da contribuzione si possono versare contributi volontari per coprirlo.

Data una premessa indicativa passiamo al caso specifico che ci descrive. Se lei non sta lavorando e, quindi, ha un periodo scoperto da contribuzione, potrebbe chiedere l’autorizzazione al versamento dei contributi volontari a copertura del periodo che va da giugno a dicembre 2021 (a patto che nello stesso non abbia versato contributi da lavoro) centrando il requisito richiesto dall’opzione donna di maturare i 35 anni di contributi entro il 31 dicembre 2021.

Ma se lei sta lavorando la cosa non è possibile. I contributi volontari devono essere versati per il periodo presente (con l’eccezione del semestre precedente la data della richiesta, ma sempre a patto che non sia già coperto da contributi) e solo da chi risulta essere privo di occupazione (o al limite impiegato in part time ma solo a copertura delle settimane scoperte da contribuzione).

Se, quindi, sta lavorando i 3 mesi mancanti non possono essere versati con i contributi volontari. Dovrebbe, invece, procedere ad individuare eventuali periodi di vuoto contributivo del passato per i quali possa essere richiesto il riscatto dei contributi. Ma il riscatto è possibile solo per specifici periodi previsti dalla legge.

Le consiglio, quindi, di rivolgersi ad un patronato con tutta la documentazione necessaria per vedere se nella sua storia lavorativa esistono periodi che possano essere riscattati in modo da perfezionare, entro il 31 dicembre, il diritto di accedere il prossimo anno alla pensione con opzione donna.

 

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiornato con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO