Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pensione per lavoratori usuranti notturni, come si conteggiano le notti per il diritto?

WhatsApp
Telegram
pensione

Lavoro notturno e numero di notti lavorate: come si conteggiano e come si determinano?

Tra i lavoratori usuranti che possono beneficiare di quota 97,6 o quota 41 rientrano anche i lavoratori notturni a patto che abbiano lavorato un certo numero di notti l’anno per il periodo richiesto. Rispondiamo alla domanda di un nostro lettore che ci chiede:

Buonasera, Al 31/12/2022 compio 62 anni con 40 di contributi. Per andare in pensione anticipata per lavoro notturno
Il numero di notti minimo annue per accedere ad uno dei tre scaglioni 64 – 72 – 78 come viene conteggiato? Nel senso se un anno ne faccio es. 60 il successivo 74 è così via,  ciòe mai lo stesso numero, viene fatta la media aritmetica degli ultimi sette anni degli ultimi 10 anni di vita lavorativa o viene preso come riferimento il numero di notti minori effettuate ( Nell esempio 60) e quindi lo scaglione delle 64 notti.
Spero di essermi spiegato. 
In attesa di un vs riscontro

Lavoro notturno e notti

Per poter essere considerati lavoratori usuranti e uscire con 41 anni di contributi o con la quota 97,6 è necessario che il lavoro notturno sia stato svolto per almeno 7 anni nei 10 anni che precedono il pensionamento o per almeno la metà della vita lavorativa.

Il conteggio delle notti per ogni anno di lavoro va fatto considerando non l’anno solare ma l’anno di lavoro, dal mese di assunzione allo stesso mese dell’anno successivo. Se, ad esempio, un lavoratore è stato assunto ad aprile 2021, l’anno di riferimento per l’individuazione del numero di notti va da aprile 2021 a marzo 2022.

Inoltre per il diritto non si fa la media aritmetica degli anni di lavoro interessati dallo svolgimento del lavoro notturno, ma è necessario avere, per ogni anno di lavoro quel numero di notti richieste:

  • almeno 78 notti lavorate per la quota 97,6
  • da 72 a 77 notti per la quota 98,6
  • da 64 a 72 anni per la quota 99,6.

Per la pensione quota 41, invece, sono necessarie almeno 64 notti l’anno. Se un anno non si raggiunge il numero di notti necessarie, come nel suo esempio con 60 notti, quell’anno non viene conteggiato nella ricerca dei 7 anni in questione.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff