Pensione Opzione donna 2019, i nuovi requisiti e quando presentare domanda

di Consulente Fiscale

item-thumbnail

Pensione Opzione donna prorogata per il 2019, i nuovi requisiti e quando si percepisce l’assegno pensionistico.

 Buonasera, le scrivo per mia mamma nata l’11/11/60 con 37 anni di contributi. Dalle ultime che ho sentito dovrebbe rientrare nell’opzione donna. Le mie domande sono: quando dovrà presentare domanda?
In che mese di fatto andrà in pensione?  Grazie per l’attenzione

Il decreto sulla riforma pensioni, contiene anche la proroga Opzione donna per l’anno 2019.  Analizziamo i nuovi requisiti richiesti

Il decreto riporta all’art. 16 – Opzione donna

Possono accedere al trattamento pensionistico anticipato “Opzione donna” secondo le regole del sistema contributivo, le lavoratrici che entro il 31 dicembre 2018 hanno maturato un’anzianità contributiva pari o superiore a trentacinque anni e un’età pari o superiore a 58 anni per le lavoratrici dipendenti e a 59 anni per le lavoratrici autonome. Il predetto requisito di età anagrafica non è adeguato, agli incrementi alla speranza di vita.

Opzione donna e finestre di 12 e 18 mesi

Lei hai i requisiti per accedere alla misura, per la domanda bisogna attendere che l’Inps emani le circolari dispositive.

Le modifiche riportate all’Opzione donna, riguardano solo i requisiti anagrafici e contributivi, restano invariate le altre modalità.

Quindi, resta in vigore la finestra mobile secondo la quale l’assegno viene erogato dopo 12 mesi dalla maturazione dei requisiti per le lavoratrici dipendenti e 18 mesi per le lavoratici autonome (Circolare Inps 53/2011).

Bisogna comunque attendere le circolari Inps per tutti i chiarimenti.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: